Navigare in Internet dal proprio smartphone, mentre si è fuori casa, utilizzando la rete dati in 4G è comodissimo, è vero. Eppure delle volte può rivelarsi anche altrettanto pericoloso per le tasche degli utenti: basta un semplice clic – anche involontario – su di un determinato banner pubblicitario, un pop-up o un contenuto in particolare per ritrovarsi, in men che non si dica, col credito telefonico svuotato a causa dell’attivazione non richiesta di un servizio a pagamento.

4G: quando navigare in Internet dal proprio smartphone può essere davvero pericoloso

Un clic, quanto basta per ritrovarsi col credito telefonico svuotato in seguito all’attivazione accidentale di un VAS (Value added service), un servizio a valore aggiunto, appunto, o in altre parole un servizio a pagamento. Questo, altro non è che un particolare tipo di contenuto che viene attivato sul proprio numero di telefono e funziona mediante il pagamento settimanale o mensile di una quota che varia poi a seconda del servizio che viene attivato – questi possono essere contenuti esclusivi per adulti, suonerie, sfondi, meteo, news, giochi online, ecc.

Servizi che, tra l’altro, com’è stato detto poco sopra, vengono spesso attivati ad insaputa del cliente, mentre questo naviga in Internet su rete 4G dal proprio smartphone: basta cliccare su un banner pubblicitario od un pop-up che invade improvvisamente la pagina visitata, magari nel tentativo di chiudere tale finestra e riprendere ciò che si stava facendo, o cliccare su un determinato contenuto o link per essere poi rimandati alla pagina web di un servizio a pagamento che viene in questo modo automaticamente attivato sul proprio numero di telefono.

Leggi anche:  Credito prosciugato: i clienti Vodafone, TIM e Wind Tre possono evitarlo

Per quanto tutto ciò possa essere fastidioso, non bisogna comunque demoralizzarsi. Oltre che consigliare di navigare in modalità desktop, in modo tale da avere una panoramica generale della pagina visitata e poter dunque essere in grado di prevenire un qualsiasi clic involontario sulla famosa finestra che spunta dal nulla, ricordiamo che esistono diverse soluzioni che permettono di disattivare un servizio a pagamento o attivarne il blocco automatico. E’ infatti possibile richiedere la disattivazione di un VAS o il blocco dei contenuti a pagamento rivolgendosi direttamente al proprio operatore telefonico. Raccomandiamo, pertanto, la lettura di questo articolo.