Gli operatori telefonici Tim, Vodafone, Wind e Tre possono contribuire a svuotare il credito telefonico di ogni singolo cliente.

Quando ci rechiamo in un qualsiasi rivenditore ufficiale per attivare l’offerta desiderata, non facciamo attenzione a dei dettagli che risultano essere determinanti per il proprio credito. Oltre ad essere informati sulle soglie disponibili di chiamate e giga con il rinnovo mensile, bisogna far attenzione all’attivazione di alcuni servizi aggiuntivi che possono far aumentare il costo mensile dell’offerta.

Così facendo, il prezzo mensile non sarà più quello pattuito con il rivenditore stesso e quando si dovrà effettuare la ricarica telefonica il credito risulterà insufficiente per eseguire tale operazione.

 

Disattivere i servizi aggiuntivi: segreteria telefonica e piano base

Quando si attiva una nuova sim telefonica con l’operatore Tim, Vodafone, Wind o Tre, vengono abbinati ad insaputa o disattenzione del cliente anche dei servizi aggiuntivi. Uno dei servizi più costosi e che molti utenti hanno riscontrato è sicuramente la segreteria telefonica, la quale prevede un addebito ogni volta che viene utilizzata. Anche l’ascolto dei messaggi in segreteria hanno un costo che può arrivare fino ad 1,50€/giornalieri.

Leggi anche:  Vodafone: brutte notizie per gli utenti, ecco cosa cambierà

Un altro servizio che viene attivato automaticamente è il cosidetto ‘Piano Base’ riguardante la sim. La maggior parte delle volte non è gratuito, anzi è molto costoso ed è per questo che vi consigliamo di procedere con la disattivazione ed il passaggio verso un piano gratuito. Anche i servizi di extra soglia prevedono dei costi aggiuntivi e come nei casi precedenti devono essere disattivati.

Ricordiamo a tutti i clienti che per eseguire la disattivazione o sospensione di tutti i servizi aggiuntivi che sono già attivi, bisogna contattare telefonicamente il servizio clienti dell’operatore telefonico di riferimento.