Se per molti “5G” fa rima con futuro, per LG – la celebre società coreana specializzata nella produzione di apparecchiature elettroniche e telefonini – le reti di quinta generazione già appartengono al passato. La società avrebbe, infatti, già avviato le ricerche per lo sviluppo delle reti 6G ed ha deciso di affidare quelle che saranno le primissime sperimentazioni realizzate in questa direzione al centro di ricerca di Daejeon, in Corea del Sud. Il centro di ricerca lavorerà poi in collaborazione con il Korea Advanced Institute of Science and Technology.

LG: il 5G è già passato, avviate le prime ricerche per lo sviluppo delle reti 6G

Può sembrare insolito che la casa coreana si stia avviando verso un futuro all’insegna del 6G, soprattutto se si considera che il 5G debutterà ufficialmente il prossimo anno ed è ancora molto il lavoro da fare al fine di rendere questo nuovo standard accessibile ovunque e da chiunque, eppure LG ha annunciato di aver già avviato le prime ricerche per lo sviluppo delle reti 6G. Non è comunque la prima volta che qualcosa del genere accade: anche con il 5G, infatti, o con le precedenti tecnologie, LG ha avviato i lavori di sviluppo diversi anni prima, anticipando e poi coinvolgendo le più grandi aziende tecnologiche.

Leggi anche:  5G di Tim, Wind, Tre e Vodafone deve ancora arrivare ma si parla già di 6G

Anche se la società coreana ha annunciato aver già avviato le prime ricerche per lo sviluppo delle reti 6G, non bisogna comunque aspettarsi di vedere i primi risultati di questi esperimenti nell’immediato futuro, anzi. Dovremmo attendere perlomeno qualche anno per poter cominciare a parlare dei primi risultati. Del resto, si stima che le tecnologie 6G cominceranno ad apparire sul mercato tra circa 10 anni. Intanto, si aspetta il lancio mondiale delle reti di quinta generazione, il nuovo standard che promette di rivoluzionare le nostre vite (leggi questo articolo per scoprire cosa cambierà con l’avvento del 5G), e con esse anche la commercializzazione dei primi nuovi dispositivi in grado di supportarle.