Un argomento di cui si discute molto nelle ultime settimane, riguarda il nuovo progetto “Wi-Fi For Italy”; per chi non ne fosse a conoscenza, si tratta di un progetto che mette a disposizione degli “Hotspot pubblici” a cui, il consumatore può connettersi e navigare in Internet. Secondo molti portali, sarà una grossa perdita per i gestori telefonici TimVodafone3 Italia Wind e tutti gli altri MVNO.

Wi-Fi gratis per tutti

Il nuovo progetto, mira allo sviluppo del turismo italiano e consentire un accesso ad Internet facilitato; in punti strategici di ogni zona d’Italia, saranno installati degli impianti hotspot pubblici gratuiti. Ogni consumatore, potrà collegarsi alla rete Wi-Fi tramite un applicazione; tale app, sarà disponibile per i dispositivi mobili con sistema operativo Android o Apple e i consumatori, potranno accedere anche ad altri servizi.

Secondo quanto detto, le prime zone che godranno di questo privilegio sono quelle colpite dal terremoto del 2016: Amatrice, Leonessa, Antrodoco, Borbona, Castel Sant’Angelo, Cittaducale, Cantalice, Borgo Velino, Micigliano, Accumoli, Cittareale, Rieti, Poggio Bustone, Posta e Rivodutri. Successivamente, ogni zona italiana godrà di questi impianti pubblici di Wi-Fi.

Gli altri obbiettivi del progetto sono:

  • Far crescere quei luoghi dove il turismo e la cultura sono più sviluppati, con l’uso del Wi-Fi;
  • Raccogliere le informazioni dalla rete tramite gli accessi e sfruttarle in modo da sviluppare maggiormente la cultura e il turismo (analisi statistica dei dati, per studiare e capire le preferenze dei consumatori, per migliorare i servizi).

Insomma, questo progetto sembra che ha tutte le carte in regola per dare vita a qualcosa di significativo ma, sarà anche una vera battaglia per tutti i gestori telefonici.