Sony Xperia XZ3

Sony ha dato il via al rilascio di un nuovo aggiornamento software per i suoi Xperia XZ3, Xperia XZ2, Xperia XZ2 Compact, Xperia XZ1 Xperia XZs. Si tratta dell’aggiornamento che migliora la sicurezza del sistema operativo Android, introducendo le più recenti patch sviluppate da Google.

Nello specifico, sono state introdotte le patch di sicurezza Android del mese di gennaio 2019 che risolvono diverse criticità oltre a tutta una serie di problematiche di rischio alto e medio che mettevano in pericolo la privacy degli utenti. Falle di sicurezza che adesso sono state risolte e per le quali vi consigliamo di aggiornare il prima possibile.

L’aggiornamento, che rivede la versione di sistema senza però alterare la versione di Android, è già disponibile per tutti gli Xperia XZ3, Xperia XZ2, Xperia XZ2 Compact, Xperia XZ1 e Xperia XZs venduti nel nostro Paese. In tutti i casi l’aggiornamento ha una dimensione di circa 150 MB che solo su Xperia XZs raggiungono i 220 MB circa.

In ogni caso le novità sono le stesse e riguardano unicamente le patch. Poi, come accade per ogni nuova release software, gli sviluppatori del produttore nipponico avranno leggermente affinato la velocità e la stabilità del sistema operativo. Non si esclude anche la correzioni di piccoli bug.

Leggi anche:  Xiaomi Mi 9 SE: lo smartphone ha ricevuto un update particolare

 

Sony Xperia XZ3, XZ2, XZ2 Compact, XZ1 e XZs: come installare l’aggiornamento

L’aggiornamento viene notificato ai possessori in automatico. Lo smartphone, una volta trovato il pacchetto, mostrerà una notifica con la quale informa l’utente della possibilità di scaricare e installare questo nuovo software. Basterà premere su questa notifica e confermare il download.

Se la notifica non vi è comparsa, potete forzare la ricerca dell’aggiornamento accedendo alle impostazioni di sistema e poi a quelle dedicate agli aggiornamenti. Una volta confermato il download dovrete confermare anche l’installazione. La procedura non elimina alcun dato personale ma vi consigliamo comunque di farla dopo un backup.

Allo stesso modo, per esperienza, vi invitiamo ad installare l’aggiornamento con la batteria dello smartphone completamente carica o, meglio ancora, con il dispositivo connesso alla rete elettrica.