Credito residuoL’attivazione di una nuova SIM ricaricabile non è mai operazione da prendere troppo alla leggera, sebbene venga richiesta anche una offerta da tutto incluso, è importante sapere che alle sue spalle si potrebbero nascondere dei costi accessori che lentamente potrebbero portare al prosciugamento completo del credito residuo originariamente acquistato.

Quanto andremo a raccontarvi non è da imputare agli operatori telefonici stessi, ma più che altro alla disattenzione di tutti i consumatori che non ascoltano ciò che l’addetto al punto vendita va dicendo, arrivando quindi a dover corrispondere cifre particolarmente elevate che potrebbero essere tranquillamente evitate.

Il nostro consiglio è di prestare grande attenzione ai costi nascosti che vi racconteremo e di mettere in atto nell’immediato le dovute contromisure (indipendentemente dalla promo attivata).

 

TIM, Tre, Wind e Vodafone: ecco tutti i costi nascosti

  • Tre: di base l’azienda non propone un piano base a pagamento, almeno fino a quando l’utente ha attiva l’offerta da tutto incluso, con l’eventuale disattivazione il Power 29 avrà un costo di 2,17 euro al mese. Il servizio Ti Ho Cercato invece porta con sé una spesa di 1,50 euro al mese (dal primo utilizzo).
  • TIM: il piano base è a pagamento, Prime Go richiede il versamento di 2 euro a rinnovo (dopo la prima mensilità gratuita), con i servizi Chiama Ora Lo Sai a pagamento a 1,90 euro a rinnovo (solo se sfruttati). La segreteria telefonica richiede invece 1,50 euro al mese, sempre e solo se utilizzata.
  • Wind: unica azienda che non propone un piano a pagamento, porta invece a pagare 0,12 euro al minuto per la chiamata alla segreteria telefonica e 0,19 euro a settimana per il servizio SMS MyWind (se non incluso nella promozione attiva).
  • Vodafone: il piano base, Vodafone 19, presenta un canone fisso di 1,96 euro al mese (i primi rinnovi sono sempre gratis), servizio Chiamami da 0,12 euro al giorno (se utilizzato) e segreteria telefonica con costo di 1,50 euro al giorno (se richiesto l’accesso).
Leggi anche:  Costi nascosti e clienti infuriati: ecco quelli di Tim, Wind Tre e Vodafone

La disattivazione, in ogni caso, è gratuita per tutti i clienti tramite i numeri utili dell’operatore o sul sito ufficiale.