IPTV: i migliori decoder ed attrezzature in vendita per vedere il servizio con pochi euro

L’IPTV purtroppo è diventato una vera realtà per quanto concerne il vasto mercato della tv in streaming. In Italia sono sempre di più le persone che si informano su questo sistema – come ovvio illegale – che consente di avere Sky, DAZN ed altri contenitori come Netflix sul propria televisione senza pagamento di un regolare abbonamento.

L’IPTV ha preso piede un po’ in tutta Italia. I costi medi dicono che con 10 euro si ottiene la visione di tutti i canali criptati presenti nel nostro paese.

 

L’IPTV esordisce anche su WhatsApp: in chat sempre più gruppi per promuovere il servizio

WhatsApp, dopo la Telegram, rappresenta il canale privilegiato per la promozione dell’IPTV. I malintenzionati che si nascondono dietro tale tecnologia usano sempre con più frequenza di gruppi privati per pubblicizzare il loro business illecito.

Dobbiamo dire, contro quella che è l’ideologia comune, che questo sistema espone a rischi senza precedenti. Oltre ai costi bassi, i vantaggi sono pressoché nulli. Basta considerare un fattore: chi guarda senza permesso i canali Sky ed i contenuti DAZN o Netflix rischia sanzioni molto pesanti.

Leggi anche:  Sky e DAZN insieme contro l'IPTV: ecco 3 offerte low cost da non perdere

Le norme attualmente in vigore prevedono multe che possono arrivare anche alla cifra record di 30mila euro per gli spettatori. Per quelli che trasmettono il segnale (il più delle volte appoggiandosi a server presenti all’estero) la pena massima è la galera da un minimo di un anno ad un massimo di tre anni.