In previsione dell’annuncio anticipato dei nuovi telefoni Galaxy S10 della società, Samsung ha annunciato di aver sviluppato un nuovo sensore fotografico. Il sensore in questione potrebbe fare il suo debutto nei prossimi dispositivi della società. Il nuovo ISOCELL Slim 3T2 è un sensore da 20 megapixel progettato per essere “il più piccolo fattore di forma nel settore”. È destinato per l’uso in dispositivi con cornici sottilissime.

Il 3T2 misura solo 5,1 millimetri in diagonale. “Incastrare” tutti quei pixel in uno spazio così piccolo significa che essi sono davvero piccoli; solo 0,8 μm. Per riferimento, il sensore posteriore da 12 megapixel di Pixel 3 è dotato di 1,4 μm di pixel. I pixel più grandi lasciano entrare più luce per una migliore esposizione, quindi pixel piccolissimi possono significare foto più scure.

Il nuovo sensore di Samsung è perfetto per i nuovi display

Per ovviare a questo problema, Samsung utilizza una tecnica sempre più diffusa nei sensori per smartphone: nelle scene in condizioni di scarsa illuminazione, i gruppi adiacenti da quattro pixel fungono ciascuno da singolo. Ciò riduce la risoluzione della foto a cinque megapixel, ma aumenta effettivamente la dimensione dei pixel a 1,6 μm, il che dovrebbe far uscire molta luce.

Leggi anche:  Samsung: in regalo 200 euro sugli smartphone top, ecco il trucco per ottenerli

Samsung afferma che il basso profilo del nuovo sensore lo rende perfetto per l’uso nei moduli di fotocamere frontali dei telefoni dotati di tacche o display con un piccolo foro (il Galaxy S10 e S10 + sono previsti di quest’ultimo) o nelle fotocamere posteriori con teleobiettivo.

Infatti, per supportare gli smartphone con i display più recenti, come il display Infinity-O  o quello con notch, i sensori di immagini frontali devono ridurre al minimo le loro dimensioni, pur essendo in grado di acquisire immagini di alta qualità. Si prevede che la produzione di massa del sensore inizierà questo trimestre.