attacco hacker rete 4g

Le reti 4G in Italia sono molto veloci e, più o meno, che scegliate Iliad, TIM, Vodafone o Wind Tre (o i rispettivi MVNO) non fa poi molta differenza nell’uso quotidiano tra app e social network. Tutti vi parlano di velocità, copertura di rete e tariffe iper vantaggiose, ma nessuno vocifera del grave problema di sicurezza che affligge la rete 4G.

Con questa falla, i criminali hanno buon gioco nell’intrufolarsi nelle reti. Il problema sorge proprio nel momento in cui una “terza parte prova a collegarsi alla stessa rete nel tentativo di fungere da hotspot”. Un’operazione impossibile, se non fosse che la grave falla di sicurezza nel 4G riguarda proprio il software di gestione. Un hacker non incontrerà difficoltà nel replicare il segnale di rete del gestore e copiarne i dati che vi passano, basta che acquisti un’antenna 4G modificata online che ripartisce il segnale ai dispositivi vicini.

 

La falla mette a rischio i clienti di TIM, Wind, Tre, Vodafone e Iliad

Non ci chiediamo mai se la connessione stabilita con il nostro operatore sia vera o presunta, mentre potremmo essere entrati in una rete sospetta senza neanche saperlo. Il criminale informatico che ha dispiegato la sua trappola dispone di un software che estrapola i dati in transito da e verso l’antenna. Stiamo parlando di quantità abnormi di Giga che contengono tutti i nostri dati, le nostre password e chat.

Leggi anche:  NASA in pericolo: milioni di dati rubati per mesi con un mini PC

L’unico limite per riuscire nel suo intento è nella distanza, poiché l’hacker deve tenersi vicino al suo obiettivo. A meno di essere a conoscenza di qualche strumento da utilizzare per difenderci, siamo spacciati, e non aspettatevi aiuto dagli operatori. I provider conoscono infatti il problema da mesi ma si rifiutano d’intervenire su opere di manutenzione onerose. Piuttosto investono sul 5G, sperando che possa risolvere la situazione.