Xiaomi Mi MIX 3

Sembra che l’ultima ammiraglia di Xiaomi, lo sliderphone Mi MIX 3 appena uscito, è pronto per essere rimpiazzato con uno smartphone a sua immagine e somiglianza. Con lo Snapdragon 855 di Qualcomm nelle mani dei produttori, tutti non vedono l’ora di arrivare primi sul mercato con un dispositivo equipaggiato con questo SoC.

E questo sembra essere proprio il caso di Xiaomi, se si vuole credere ad un tweet pubblicato e poi cancellato dal leaker Ben Geskin. Il tweet è stato riportato dai colleghi di SlashGear e annunciava senza troppi giri di parole: “Esclusivo: Xiaomi terrà un evento il 24 febbraio, forse per Xiaomi Mi MIX 3 5G“.

 

Xiaomi, un evento il 24 febbraio: in arrivo uno smartphone con modem 5G

L’evento di Xiaomi, a patto che sia vero, è in programma un giorno prima dell’inizio del Mobile World Congress 2019 di Barcellona, e ​​quindi il produttore trarrà (volutamente visto la scelta del giorno e della location) vantaggio da tutti i giornalisti riuniti per l’evento senza dover condividere i riflettori con gli altri annunci della kermesse.

Leggi anche:  Xiaomi ha abbassato il prezzo di Mi Band 3 in tutti gli Store

Il tweet afferma che la presentazione di Xiaomi Mi MIX 3 nella versione con connettività 5G è imminente e poiché per il momento solo lo Snapdragon 855 può essere abbinato al modem 5G di Qualcomm, assisteremo ad un modello tutto nuovo. Almeno nella dotazione hardware perché pensare ad un restyling sarebbe ancora più assurdo.

Proprio perché, come accennato prima, lo Xiaomi Mi MIX 3 è nuovissimo, presentare tra un mese un successore non è molto logico, nonostante gli aggiornamenti significativi che può aver ricevuto. Un potenziale candidato ad essere il primo con Snapdragon 855 è invece lo Xiaomi Mi 9.

Il suo predecessore, il Mi 8, è uscito nel giugno 2018 e pertanto il protagonista dell’evento del 24 febbraio potrebbe essere proprio lui. E questo spiegherebbe il motivo per il quale il tweet è stato cancellato. Non si trattava di Xiaomi Mi MIX 3 ma di Xiaomi Mi 9. Ad ogni modo, ci toccherà aspettare poco più di un mese.