Nokia deve tagliare altri 350 posti di lavoro come parte degli sforzi per ottenere un risparmio annuale di 700 milioni di euro, entro la fine del prossimo anno. Gli ultimi licenziamenti incideranno la forza lavoro della società in Finlandia. L’emittente statale YLE ha affermato che solo una struttura a Oulu non sarà interessata.

Della forza lavoro di 100.000 dipendenti dell’azienda, solo 6.000 sono ancora situati in Finlandia, grazie a una serie di tagli di lavoro causati da un drammatico ribaltamento delle fortune nel mercato della telefonia mobile. Ciò è dovuto anche dalla disastrosa acquisizione da parte di Microsoft.

Nokia compterà con Huawei per le strutture 5G

La metà dei restanti 6.000 ruoli si trovano nella sede centrale di Espoo, mentre il resto è impiegato a Tampere e Oulu. Si pensa che il futuro taglio dei costi interesserà anche altri paesi, a seconda della legislazione e delle pratiche locali.

Il monitoraggio costante dei costi è di vitale importanza nel loro settore e le modifiche pianificate sono indispensabili per salvaguardare la competitività a lungo termine di Nokia, ha dichiarato Tommi Uitto, responsabile del business finlandese di Nokia.

Leggi anche:  Nokia 2, in arrivo Android Oreo 8.0 ma con ripercussioni sulle performance

Nokia ha intrapreso una serie di misure di riduzione dei costi, inclusi tagli su larga scala negli ultimi anni. Questo poiché bilancia l’impatto del rallentamento della domanda di kit di telecomunicazioni 4G con la necessità di investire in tecnologie 5G.

Oulu, nel nord del paese, è fondamentale per questi sforzi. La struttura di Nokia comprende sia la R & S radio sia una struttura di produzione di stazioni base. Design e produzione sono integrati in modo che i prodotti 5G di Nokia possano essere testati in fabbrica e renderli più efficienti. La società competerà con i marchi Ericsson e Huawei nel mercato delle apparecchiature 5G e il gigante finlandese spera di capitalizzare sulle recenti lotte del suo concorrente cinese.