sanpaolo truffaImperversa una nuova minaccia telematica ai danni degli utenti con conto o prepagata IBAN Intesa Sanpaolo. Una nuova famigerata truffa online rischia di bloccare l’accesso ai fondi per una comunicazione fasulla che sta facendo il giro del web a partire dalla pagina ufficiale Facebook della Polizia di Stato.

Si da comunicazione di un nuovo attacco phishing che comunica il blocco delle carte e dei prelievi allo sportello automatico. La scusa utilizzata è la mancanza di dati idonei all’identificazione del titolare. Facciamo attenzione a questo messaggio che segue.

Frode Intesa Sanpaolo: il messaggio

“Gentile XXXXXX,
l’ultimo controllo di sicurezza ha concluso che il tuo account ha alcune attività insolite, pertanto abbiamo limitato alcune funzioni come (pagamenti online, trasferimenti bancari e prelievi di denaro). Effettua il login al tuo account ed esegui i semplici passaggi per ripristinare completamente le funzioni del tuo account Si prega di confermare la propria identità attraverso il nostro collegamento sicuro”

Si intravede tra la posta in arrivo della nostra mailbox personale che non segnala il contenuto come inappropriato. GLI hacker si fingono tecnici incaricati dal gruppo replicando loghi, copyright e sito internet dell’ente. Ovviamente questo non ha nulla a che vedere con tutto ciò. Si finisce per fornire dati sensibili personali e del conto. Tali dati saranno prevedibilmente usati per acquisti online con i nostri soldi.truffa messaggio Intesa SanPaoloIl messaggio potrebbe passare inosservato se non fosse per la scarsa fedeltà della dialettica. Tutto conduce ad una URL sospetta. Fa pensare che il contenuto del link sia stato effettivamente creato ed inoltrato dalla nostra banca. Sappiate che non è così.

Leggi anche:  Abbonamenti truffa su Tim , Wind, Tre e Vodafone: come essere rimborsati

Si invita a compilare il form online con i nostri dati ufficiali ma la nostra carta o il nostro conto non è bloccato. Possiamo fare una semplice verifica dalla nostra app personale ed allo sportello. Non c’è pericolo che la carta sia bloccata e che i prelievi siano inaccessibili.

Segnalate l’accaduto al vostro istituto e richiedete pure tutte le informazioni del caso. Riportate poi l’accaduto alle autorità competente sporgendo eventualmente regolare denuncia. Condividete poi la notizia con i vostri amici per metterli in guardia da questi e tanti altri tentativi di frode online.