Facebook potrebbe essere oggetto ad azioni da parte dell antitrust tedesco. Secondo Reuters, l’Antitrust tedesco ha in programma di ordinare a Facebook di interrompere la raccolta di “alcuni” dati degli utenti.

Il “Federal Cartel Office”, che è l’autorità nazionale tedesca per la concorrenza, ha indagato su Facebook negli ultimi 4 anni. L’ufficio sta accusando Facebook di usare la sua posizione dominante sul mercato per raccogliere dati dai suoi utenti senza la loro conoscenza o il loro consenso. Tematiche, tra l’altro, già affrontate dalla nota piattaforma di social network.

Facebook nega le accuse dell’Antitrust

Ora, il Federal Cartel Office afferma che presenterà i suoi risultati su Facebook e raccomanderà una linea d’azione. Facebook, tuttavia, sta contestando i risultati. Il giornale Bild am Sonntag ha detto che l’organismo di sorveglianza presenterà la società degli Stati Uniti con la sua decisione su quale azione debba intraprendere nelle prossime settimane. Una portavoce di Facebook ha detto che la società contesta le scoperte dell’Antitrust tedesco e continuerà a difendere questa posizione.

Leggi anche:  Whatsapp: ecco 2 enormi novità nell'anteprima del nuovo aggiornamento Android

In particolare, l’Antitrust è in disaccordo con l’utilizzo da parte di Facebook di app di terze parti per l’acquisizione dei dati dell’utente. Ciò include i dati raccolti attraverso le applicazioni possedute da Facebook, cioè WhatsApp e Instagram, nonché gli accessi ai giochi e ai siti Web e il “monitoraggio delle persone che non sono membri della piattaforma”.

L’azione specifica che il cartello federale intende prendere contro Facebook non è ancora chiara a questo punto. Il giornale Bild am Sonntag dice solo che l’Antitrust prevede di ordinare a Facebook di interrompere la raccolta di alcuni dati utente. Vedremo nei prossimi giorni se ci saranno più dettagli sulla vicenda.