Android: 3 applicazioni terribili da disinstallare immediatamente dallo smartphone

Nonostante i sistemi operativi in giro per il mondo siano davvero molti, quelli degni di nota restano sempre e comunque i soliti due. Stiamo ovviamente parlando di Apple e Android, le due piattaforme che certamente riescono a riassumere al meglio il mondo della telefonia mobile.

Parlando della soluzione a noi più cara, ovvero Android, possiamo certamente dire che i miglioramenti ci sono stati a tal punto da riuscire ad accostare e superare anche il colosso di Cupertino. Uno dei punti forti di questo sistema operativo sta sicuramente nella versatilità che consente dunque agli utenti di modificare ogni giorno la loro esperienza con nuove icone o cose del genere.

 

 Android, ci sono 3 applicazioni sul Play Store che gli utenti dovrebbero lasciar perdere nonostante siano molto famose

Anche il Play Store, Market dedicato a giochi di applicazioni, risulta un vero asso nella manica. Ci sono però alcune applicazioni che secondo molti andrebbero totalmente lasciate perdere per via di alcune problematiche.

Leggi anche:  Android: ecco le migliori app per chiamare GRATIS in tutto il mondo

Ci sono infatti 3 applicazioni in particolare che moltissime persone hanno notato. Queste sono perfettamente sviluppate è molto gradevoli alla vista, ma nonostante ciò portano dei problemi non di poco conto.

La prima è Facebook, piattaforma del social più famoso al mondo che non riesce per nulla a migliorare il suo impatto sull’autonomia di uno smartphone. Molti utenti hanno notato che con l’applicazione attiva in background non riescono ad arrivare a fine giornata.

Lo stesso discorso vale inoltre per un altro Social famoso meglio noto come Snapchat, mentre è ben diverso per l’applicazione Clean Master. In questo caso la pulizia del sistema operativo avviene per bene, ma ci sarebbero delle problematiche con i processi. Nel tentativo di liberare memoria RAM, Clean Master metterebbe in conflitto tra loro alcuni dei processi vitali creando rallentamenti sullo smartphone.