tesla

Tesla sta abbandonando le batterie da 75kWh eliminandole sia dal modello X che da quello S, annunciato oggi dal CEO Elon Musk. I clienti hanno tempo fino a domenica 13 gennaio per effettuare l’ordine se vorranno acquistare l’auto con le vecchie specifiche.

Il pacchetto da 75kWh è quello che Tesla utilizza nel modello base di entrambe le vetture, il che significa che ora saranno disponibili solo auto con batterie da 100kWh di capacità o superiore. Ciò significa anche che il prezzo per acquistare entrambe le auto sta per aumentare drasticamente. A meno che nuove varianti non siano in lavorazione, o Tesla cambi i suoi prezzi. Il prezzo base della Model S sta per aumentare da 76.00094.000 dollari, mentre il costo del modello più economico, la versione X salterà da 82.000 a 97.000 dollari.

Un portavoce di Tesla rifiuta di commentare

 

Il cambiamento dovrebbe aiutare a differenziare il Modello S e il Modello X dal Model 3, che attualmente parte con un prezzo di lancio di 44.000 dollari, ma può arrivare fino a 70.500 con tutti gli optional. Le versioni attualmente disponibili della Model 3 montano un pacco batteria da 75kWh, ma utilizzano celle di dimensioni diverse.

Tesla ha armeggiato molto con il prezzo e la configurazione delle sue vetture nel corso degli anni. Ha introdotto la batteria da 75 kWh nel 2016 come un incentivo all’acquisto, dato che in quegli anni era disponibile solo la versione da 90 kWh.  La società ad un certo punto ha offerto anche soluzioni da 60kWh e 70kWh per il Model S, sebbene fossero solo implementazioni software del pacchetto da 75kWh.

Musk ha risposto ad un utente di Twitter lasciando intendere che questo sarà l’anno del passaggio definitivo alla Model 3. Autovettura, che verrà fornita nelle varianti “Long Range“, “Performance” e (eventualmente) “Standard Range”.