Android Q novitàAndroid Q verrà probabilmente lanciato  nel corso del mese di Ottobre 2019 così come Google fa ormai da anni. Fin troppo presto per fare speculazioni su un sistema di cui non si conosce nemmeno il nome. Ma è proprio dai dirigenti di Mountain View che arriva una notizia involontaria sul futuro dell’OS.

Secondo quanto riportato dalle fonti pare che mamma Google stia apportando una modifica tale da consentire una durata tripla della batteria sui telefoni. Il tutto senza particolari stravolgimenti al codice. Una cosa che può sembrare banale ma che presto farà la differenza anche rispetto ad Android P.

 

Android Q: migliora nettamente l’autonomia grazie ad una modifica software

Android P è in rilascio per tutti gli smartphone indicati in questa lista aggiornata. Gli utenti sono estasiati dei cambiamenti apportati dai costruttori e dalla stessa Google. Si ha a che fare con un sistema più fluido, sicuro e funzionale. La situazione migliorerà ulteriormente con la revisione Q prevista per l’inizio del quarto trimestre dell’anno.

A Google sfugge l’informazione su una modifica importante che è stata prontamente verificata dal un dipendente della software house prima di essere rimossa. Fatto involontario? Forse. Ciò che è emerge è interessante. Secondo i dati pare che la prossima build del sistema includerà il supporto nativo alla Dark Mode per tutte le app preinstallate.Android Q Dark ModeLa funzione è già stata approvata ed è entrata nel pieno della fase di sperimentazione che si chiuderà in maggio con l’implementazione definitiva alla sezione UI. Almeno in questa fase iniziale si prevede uno switch virtuale per l’attivazione della nuova funzione all’interno del browser Chrome. Ad esperimento concluso il tutto sarà trasferito a tutte le app Android di default appartenenti alla suite Google.

Leggi anche:  Android: 5 app inedite gratuite che devi provare questa settimana

Si parla sia di Dark Mode che di Night Mode in attesa che la funzione venga meglio definita in tutti i suoi parametri. Sicuramente una buona notizia che porterà ad un notevole incremento dell’autonomia rispetto alle passare (ed attuali) versioni del sistema operativo. Vi aggiorneremo con ulteriori novità nel corso delle prossime settimane. Restate sintonizzati.