OfferteCon la chiusura del 2018, un anno pieno di sfide a colpi di offerte low cost tra gli operatori Tim, Vodafone, Wind 3, Iliad e MVNO, possiamo finalmente determinare quale gestore di telefonia ha fornito ai suoi clienti la migliore copertura di rete. Un aspetto che passa in secondo piano quando scegliamo un operatore piuttosto che un altro, abbagliati più dalle offerte che ci propongono che dal valore del brand, con la conseguenza che molti clienti nel 2018 vantavano tariffe vantaggiose ma poco sfruttabili. 

Vediamo insieme come si sono comportati i vari gestori di telefonia, decretando senza mezzi termini chi di loro ha fornito la migliore copertura di rete.

Migliore copertura di rete: più studi forniscono lo stesso risultato

OpenSignal, nPer e Barometer sono tre agenzie che si occupano di analizzare lo stato delle reti di molti paesi del mondo. Per quanto riguarda l’Italia, ben tre studi garantiscono dei risultati difficilmente equivocabili: infatti, è emerso che gli operatori con la migliore copertura sono TIM e Vodafone.

Leggi anche:  Copertura TIM, Wind, Tre, Vodafone e Iliad: il migliore e il peggiore del 2018

Può essere una notizia banale per molti lettori, ma in pochi sanno il perché questi due gestori sono i migliori. Non è solo una questione di copertura del territorio italiano, che tuttavia arriva al 98%, poiché i TIM e Vodafone sono i gestori che investono di più nel potenziamento delle loro reti garantendo una qualità e una velocità in 3G e 4G che gli altri competitor non possono emulare.

Inoltre, nella corsa al 5G, i due operatori hanno i mezzi per sviluppare la nuova connessione prima di Iliad, FastWeb o Wind Tre. In conclusione, tutti e tre gli studi hanno preso in considerazione delle categorie molto specifiche:

  • copertura in 4G: velocità in download e upload;
  • copertura in 3G: velocità in download e upload;
  • copertura in generale;
  • grado di latenza;
  • velocità e qualità dello streaming.

TIM e Vodafone rappresentano i modelli di riferimento in ogni categoria analizzata, mentre può sorprendere che Iliad risulti davanti al colosso Wind 3, nonostante l’operatore francese utilizzi le loro infrastrutture.