samsung-aggiornamento-android-pie

Quando si parla di aggiornamenti software, soprattutto quelli che riguardano Android, Samsung non è di certo il primo produttore in fatto di velocità di rilascio. Il produttore sudcoreano detiene anche un altro record negativo in merito ovvero l’abbandono dei dispositivi prima dei canoni 2 anni; va detto che comunque è un comportamento adottato principalmente sui modelli meno venduti. In ogni caso l’arrivo di Android 9 Pie è ormai alle porte per diversi dispositivi.

Come sappiamo questo mese l’aggiornamento arriverà finalmente sulle ammiraglie dello scorso anno ovvero i Galaxy S9, Galaxy S9 Plus e Galaxy Note 9. Se da un lato i primi due modelli hanno venduto relativamente poco, almeno rispetto agli standard della serie, i Galaxy Note 9 hanno fatto il pieno e quindi l’aggiornamento sarà gradito a molti. A seguire invece troveremo l’upgrade per i Galaxy Note 8, per la precisione a febbraio.

Leggi anche:  Samsung Galaxy Note 9: l'aggiornamento per Android 9 Pie è stato rilasciato

 

Prima i Note

Tutt’altra storia è quella dei dispositivi del 2017. Le serie di punta sono state particolarmente apprezzate e i molti dispositivi venduti girano ancora su Android 8 Oreo. Secondo la roadmap trapelata online dei piani di Samsung i successivi smartphone a raggiungere Android 9 Pie saranno proprio questi, ma in un ordine particolare.

I primi a ricevere l’aggiornamento, come detto, saranno i Galaxy Note 8 a febbraio mentre solo ad un mese distanza, marzo 2019, i Galaxy S8 e Galaxy S8 Plus riceveranno tale aggiornamento. Un piccolo ritardo per quest’ultimi, ma che potrebbe trasformarsi in un vantaggio dato che il test sulla funzionalità verrà fatto con un mese di anticipo da un altro smartphone.