attacco hacker banche europa

Molte truffe stanno colpendo i clienti di Unicredit, San Paolo, BNL e Postapay; a quanto pare, molti consumatori si stanno trovando con il conto corrente svuotato. Dobbiamo specificare che la colpa non è degli Istituti di Credito, ma di hacker che con delle attrezzature adeguate, riescono a rubare le credenziali di accesso e a svuotare in un attimo il conto corrente.

I consumatori truffati dagli hacker

La prima truffa svelata, colpisce i consumatori che ricevono delle fatture da pagare tramite email; l’hacker, con delle specifiche attrezzature riesce a rilevare l’email che contengono fatture da pagare. Il passo successivo è modificare l’email o per meglio dire, l’iban del professionista che deve essere pagato; l’hacker riesce a modificare il vero iban con un falso iban, così il consumatore riceve la fattura direttamente con il falso iban e ignaro di tutto, trasferisce il denaro all’hacker.

Un’altra truffa sono l’email di phishing che il consumatore riceve; sono delle email, create dall’hacker e spedite direttamente da lui sotto nome dell’Istituto di Credito. Così facendo, il consumatore pensa che gli sia arrivata un email relativa alla sua banca, in realtà è solo l’hacker che con un link vi indirizzerà all’Home Banking per accedere. Una volta che, il cliente inserisce i suoi dati sensibili, l’hacker con la falsa cella dell’ Home Banking creata, riesce a scoprire le credenziali e svuotare l’intero conto corrente.

Leggi anche:  PostePay: le ultime truffe arrivano anche su WhatsApp per svuotare i conti

Come proteggersi

Innanzitutto ogni consumatore deve essere a conoscenza che, qualsiasi Istituto di Credito non invia email con link che indirizzano direttamente all’Home Banking; quando vi ritrovate in questa situazione è meglio eliminare direttamente l’email, così da evitare una possibile truffa. Inoltre, scaricare un qualsiasi anti phishing fa sempre comodo, perché rileva le possibili truffe e le cancella direttamente, senza che il consumatore le riceva.