Disservizi operatori telefonia down di rete Downdetector

Chissà com’è andato il Capodanno per gli operatori di telefonia e i loro numerosi disservizi di rete. Le feste natalizie hanno restituito un inevitabile panorama d’uso intensivo sulle reti mobili, pertanto i down di rete sono capitati eccome. I clienti di TIM, Wind Tre, Vodafone e Iliad hanno avuto problemi nell’inviare i consueti messaggi di auguri per alcune ore a cavallo tra il 24 e il 25 dicembre.

Dopo aver festeggiato il Capodanno, aspettiamo invece il prossimo report sulle prestazioni degli operatori nazionali, per quella che sarà stata un’altra nottata di passione per le reti mobili. Se avete necessita di saperlo per non rimanere mai a piedi, un metodo utilissimo è consultare il sito Downdetector, dove gli eventuali down di rete possono essere individuati con facilità con tanto di mappe interattive.

 

Disservizi TIM, Wind 3, Vodafone e Iliad: cosa scopre Downdetector

Il sito Downdetector offre un servizio in tempo reale, monitorando il network di rete italiano e internazionale. Se fate una panoramica temporale dell’ultimo bimestre, scoprirete  che gli operatori di telefonia hanno sofferto di bizzarrie meteorologici e problemi di rete interni. La copertura informativa offerta dal sito ha sopperito anche sulle mancanze del servizio clienti degli operatori, i quali ad esempio hanno accusato:

  • TIM: i clienti hanno segnalato pacchetti tariffari bloccati anche dopo il rinnovo periodico del canone;
  • Vodafone: i disservizi dell’operatore rosso hanno riguardato soprattutto l’efficienza di internet (44% delle segnalazioni) e la telefonia in generale;
  • Wind: innumerevoli le segnalazioni riguardanti problemi con internet. Diverse ore sono passate prima che i clienti tornassero a navigare con serenità;
  • Tre Italia: clienti impossibilitati ad utilizzare a fasi laterne chiamate e traffico dati, per un operatore quasi alla mercé dei disservizi;
  • Iliad: infine, l’operatore che fa della trasparenza il suo vanto ha accusato problemi legati a alla navigazione (54% delle segnalazioni), alla telefonia (29%) e ha subito dei totali blackout (16%).