Nel mese di Dicembre, i clienti dei principali operatori telefonici Vodafone, Tim, Wind-3 e Iliad – e non solo – hanno più volte segnalato problematiche di vario genere che hanno impedito al servizio di funzionare correttamente, e di conseguenza di utilizzare in modo adeguato l’offerta attiva sul proprio numero di telefono. Disservizi che, quando si verificano, son difficili da ovviare. Occorre pertanto munirsi di pazienza ed aspettare che siano gli stessi operatori telefonici a risolvere il problema, sperando che ciò accada nel minor tempo possibile. Esiste però un tool online che permette di tenere sotto controllo lo stato del servizio telefonico di riferimento, offrendo dunque agli utenti una panoramica generale circa il servizio in tempo reale.

Disservizi operatori telefonici: come scoprirli in tempo reale grazie a DownDetector

Il suo nome è DownDetector ed è un tool online che promette di segnalare in tempo reale lo stato di servizi di vario tipo, come gestori internet e mobile, siti web, servizi online e tanto altro. Grazie alla raccolta di informazioni e a dati prelevati da diverse fonti autorevoli, DownDetector riesce a comunicare in tempo reale se un servizio stia funzionando correttamente, o se viceversa stia riscontrando problemi che ne minano o addirittura impediscono il funzionamento. E’ possibile verificare lo stato del servizio d’interesse cliccando sul suo banner presente nella homepage di DownDetector, e poter in questo modo anche capire quale sia la tipologia del problema che starebbe intaccando il servizio, e se quindi si tratta di un down di rete, di un blackout totale, se il problema ha interessato la linea fissa, la linea mobile e quant’altro.

Leggi anche:  Down Tim, Vodafone, Wind Tre e Iliad: come scoprire quando non funzionano

Si ricorda, inoltre, che nel caso il cui si dovesse riscontrare un qualsiasi tipo di problema – malfunzionamenti, disservizi, errori di fatturazione, attivazione di servizi a pagamento non richiesti – il cliente può presentare un reclamo direttamente all’operatore telefonico in modo tale da trovare la migliore risoluzione, come specificato dalla stessa AGCOM.