Short Message Service o meglio conosciuto come SMS sono il mezzo di comunicazione che i consumatori usavano, prima dell esistenza delle applicazioni di messaggistica istantanea. L’idea degli SMS nasce nel 1984 da Matti Makkonen che ha pensato bene di abbinare il messaggio ad un dispositivo mobile; inizialmente furono creati per i gestori telefonici per inviare eventuali messaggi relativi alla propria tariffa telefonica. Difatti, i consumatori potevano solo ricevere i messaggi e non inviarli, solo successivamente si sviluppò questa funzione.

Il 3 Dicembre 1992, l’ingegnere britannico Neil Papworth, inviò il primo messaggio da smartphone a smartphone, dando inizio a una nuova forma di comunicazione mobile.

Ritornano gli SMS

Inizialmente, i consumatori erano scettici ad inviare messaggi con lo smartphone, perché erano abituati ad utilizzare le chiamate; con lo sviluppo degli smartphone, gli SMS, hanno iniziato ad essere usati e nel 2012 sono stati inviati più di 6 miliardi di SMS; con il passare degli anni, si sono sviluppate le applicazioni di messaggistica istantanea, scaricabili dal play Store o app Store, come per esempio Messenger, WhatsApp, Telegram. Tali applicazioni, hanno messo da parte gli SMS, perché permettevano di inviare e ricevere messaggi senza sostenere alcun costo.

Leggi anche:  Whatsapp: come disattivare l'account se perdi o ti rubano lo smartphone

Gli SMS ritornano nel 2019

Uno studio che ha condotto Commify, ha rivelato che nel 2019, due terzi dei consumatori che fanno parte del mondo business, utilizzeranno gli SMS. A quanto pare i punti a favore degli SMS sono molteplici e fra i tanti ricordiamo:

  • Non hanno bisogno di essere scaricati dall’App Store o Play Store, perché qualsiasi smartphone ha incorporato di base gli SMS, a differenza di WhatsApp e Telegram che devono essere scaricati per essere utilizzati.
  • In secondo luogo, whatsapp e Telegram, senza una connessione ad internet sarebbero inutili, perché non è possibile ricevere o inviare un messaggio; mentre con gli SMS, non è necessaria una connessione ad Internet e di conseguenza, il consumatore o il cliente può ricevere o inviare il messaggio in qualsiasi momento della giornata.