Mediaset PremiumIl terzo abbonamento di Mediaset Premium è quello ricaricabile; a differenza del classico e del prepagato, in questo caso l’utente dovrà versare una quota iniziale più elevata, andando comunque in contro alla possibilità di attivare la visione nel momento in cui lo riterrà più opportuno.

Nella maggior parte dei negozi dei rivenditori di elettronica (o supermercati) è acquistabile una smart card ricaricabile al prezzo di 29 euro. L’utente che la sceglierà avrà innanzitutto diritto d’accesso a 3 mesi di visione dei contenuti aziendali, con inclusi quindi i pacchetti Sport, Cinema e Serie TV.

Al termine del periodo promozionale si attiva quello che a tutti gli effetti è l’abbonamento ricaricabile, ovvero la necessità di una ricarica periodica di almeno 15,90 euro al mese (poco più che il normale contratto), utile per garantirsi l’accesso nei 30 giorni successivi.

 

Leggi anche:  Mediaset Premium: la Champions è ufficiale con un nuovo abbonamento

Mediaset Premium: abbonamento ricaricabile più vantaggioso di tutti gli altri

L’abbonamento ricaricabile viene definito vantaggioso per vari motivi, in primis per la totale assenza di un vincolo contrattuale; l’utente ha piena facoltà di decidere in un qualsiasi momento di interrompere la visione (basta non effettuare la ricarica), rimandando l’accesso a Mediaset Premium al mittente.

Allo stesso modo, se dopo due mesi di non visione volesse tornare a vedere i canali, basterà effettuare la famosa ricarica di almeno 15,90 euro e tutto si attiverà nuovamente.

La smart card di cui abbiamo discusso nell’articolo non può essere acquistata direttamente sul sito ufficiale, ma deve necessariamente essere scelta in un punto vendita sparso per il territorio italiano (in genere si trova nei supermercati o nei negozi dei rivenditori di elettronica).