come spiare Whatsapp

Chi di noi non ha vissuto i fasti del famosissimo #31#? I nostalgici degli anni Duemila hanno molto a cuore questo metodo fondamentale per l’avvio di telefonate con la modalità anonimo. Ora che è arrivato WhatsApp, il mito di questo procedimento si è leggermente offuscato.

Gl scherzi che sono stati pensati a partire dal #31# sono entrati nell’immaginario comune. Alcuni di questi, ancora presenti sul web, rappresentano veri e propri cult.

 

WhatsApp, come usare la chat per inviare messaggi anonimi

Come ripetuto prima, con l’avvento di WhatsApp si è un po’ perso il gusto del profilo anonimo. Con la piattaforma di messaggistica tutte le operazioni sono traducibili e sono riconducibili ad un determinato profilo. E’ scontata quindi l’assenza di una qualsivoglia modalità anonima. Difficilmente in futuro gli sviluppatori prevederanno tale strumento in chat.

Leggi anche:  WhatsApp limita ulteriormente il numero di inoltri fissandolo a cinque

Chi vuole usare WhatsApp senza mostrare il proprio profilo può però avvalersi di un’altra tecnica. Gli interessati altro non dovranno fare che scaricare “Text+”, una semplice piattaforma disponibile su Google Play. Text+ ha un ruolo molto semplice: quello di creare numeri finti, buoni per la creazione di falsi account WhatsApp.

Text+ sarà utile per completare tutte le fasi di accreditamento in chat. Basteranno poco secondi per creare un profilo fasullo ed a quel punto il dato sarà tratto. Ognuno di noi potrà contattare amici e contatti in rubrica senza mostrare la sua faccia.