truffe unicredit bnl sanpaolo money mules

Molte le segnalazioni, di una nuova truffa che, ha colpito i clienti di Unicredit, BNLIntesa San Paolo Poste Italiane; sono sempre di più, gli hacker, che attaccano nuove vittime e con la scusa del Black Friday e del Cyber Monday, sono riusciti a creare nuovi trojan bancari.

La truffa più diffusa e come tutelarsi

I consumatori hanno segnalato diverse truffe, di cui sono state vittime, ma la più frequente è quella del falso iban; in cosa consiste? Il cliente che, riceve via email, delle fatture da pagare, per dei reali servizi ricevute, quando effettua il pagamento, non sa che sta trasferendo il totale del costo al truffatore, e non al reale professionista. L’hacker riesce, tramite delle attrezzature, ad individuare l’email in cui ci sussistono delle fattura da pagare, modificando il reale iban con un falso iban. E’ consigliabile, per evitare le truffe:

  • Cancellare l’email che richiedono dati sensibili;
  • Quando si effettua un pagamento online, controllare che il sito sia affidabile;
  • Attivare un servizio di sicurezza, come per esempio il token mobile, offerto da ogni Istituto di Credito.

L’email di phishing

Un’altra truffa comune, sono l’email di phishing, ovvero delle false email che fingono di provenire dal proprio Istituto di Credito, ma che in realtà, non è così; i messaggi, contengono delle notizie, relative alla propria banca e un link che, indirizza il cliente ad accedere all’Home Banking. Una volta che il cliente, inserisce i propri dati sensibili e accede all’Home Banking, l’hacker, riesce a rubare le credenziali di accesso.

Leggi anche:  Unicredit: in arrivo nuovi controlli del Fisco dopo BNL, BMP e SanPaolo

Sono state segnalate, truffe che arrivano ai clienti, attraverso l’applicazione di messaggistica Whatsapp; moltissimi utenti, tramite l’applicazione, stanno ricevendo dei messaggi, che riferiscono al cliente, che l’account della banca è stato bloccato e per sbloccarlo, è necessario cambiare password. Così facendo, l’hacker ruba, al cliente che apre il link ricevuto e cambia la password, i dati personali.

Truffe anche per i clienti Postpay

Anche i clienti in possesso di una Postapay, stanno ricevendo dei messaggi, contenenti delle truffe; la mossa principale degli hacker, è quella di spaventare i clienti, tramite presunte attività irregolari, che si presentano sulla propria postpay. Così facendo, il cliente spaventato, clicca sul link ricevuto nel messaggio, per indirizzarsi ad un sito dannoso e rubare così, le credenziali di accesso. E’ consigliabile controllare il sito, su cui si viene indirizzato, accertandosi che il sito sia www.poste.it, ovvero il sito ufficiale delle Poste Italiane.