Apple Maps

Apple ha appena depositato un brevetto per una nuova versione della propria applicazione Maps. La nuova applicazione avrebbe integrata la realtà aumentata, per permettere la visualizzazione 3D delle mappe.

Con la nuova applicazione le indicazioni cambieranno in base al movimento dell’utente. Solitamente le applicazioni standard per le mappe offrono agli utenti una grande quantità di dati, con una vista 2D e 3D.

 

Apple introdurrà la realtà aumentata nella propria applicazione Maps

Il problema delle viste 2D e 3D è che l’utente deve navigare toccando sempre lo schermo per visualizzare le gesture presenti, per ingrandire o rimpicciolire la telecamera virtuale. L’idea dell’azienda è quindi quella di semplificare agli utenti l’utilizzo dell’applicazione, introducendo la realtà virtuale, permettendo all’utente di navigare muovendo solamente il proprio iPhone.

In poche parole, è come se dovessimo guardare una mappa tridimensionale appoggiata su un tavolo, attraverso una fotocamera. Grazie a questa nuova modalità, l’utente sarà in grado di spostare il proprio smartphone per allineare la direzione della telecamera virtuale. Il sistema che verrà utilizzato, è simile a quello già presente in tutte le applicazioni che supportano la realtà virtuale.

Leggi anche:  Google Maps, un nuovo aggiornamento contro i tassisti furbetti

Ovvero l’utilizzo di una telecamera con sensori che riescono a determinare un punto di partenza e memorizzano gli spostamenti dell’utente. La nuova applicazione funzionerebbe come un visore di realtà aumentata, per capirci, che è in grado di memorizzare il punto di partenza per mostrare successivamente immagini coerenti con il percorso seguito. Sicuramente l’applicazione non verrà rilasciata in breve tempo, al momento si parla solamente di un progetto. Non ci resta che attendere per avere maggiori notizie.