Huawei vuole mettere a tacere gli USA

Huawei è determinata a dimostrare che qualsiasi preoccupazione o accusa nei confronti della sicurezza delle sue apparecchiature di rete è totalmente falsa. Il primo passo per combattere le preoccupazioni globali (degli USA) su questi problemi di sicurezza è l’aggiornamento delle strutture di laboratorio e l’aggiunta di personale qualificato.

La società cinese ha dichiarato in una delle sue conferenze stampa, di fronte a diverse dozzine di riviste internazionali, che prevede di investire circa 2 miliardi di dollari nei prossimi 5 anni per concentrarsi sulla sicurezza informatica. La preoccupazione principale di Huawei è che gli attuali divieti sono mirati solo per danneggiare il business.

 

Huawei farà di tutto per contrastare le accuse americane: in arrivo un investimento miliardario

Eventuali preoccupazioni o accuse sulla sicurezza che gli apparati di rete Huawei possono offrire devono basarsi su prove e fatti concreti. Senza prove certe, l’azienda ha detto senza giri di parole che non accetta questo comportamento e si opporrà a tali accuse in tutti i modi possibili.

Leggi anche:  Huawei, Android, Google, USA e il destino della serie Honor 20

Per chi non lo sapesse, Huawei negli ultimi mesi è al centro di diverse diatribe che hanno portato perfino all’arresto di alcuni suoi dirigenti dopo che gli USA vogliono abbandonare le sue infrastrutture e apparecchiature di rete. Il governo americano non li ritiene sicure accusando Huawei di poter collaborare con il governo cinese per lo spionaggio.

Gli Stati Uniti, dunque, sono diventati il più grande nemico per il produttore asiatico, lo stesso nemico che ha incitato i suoi alleati a fare lo stesso cacciando via Huawei da un mercato; quello delle telecomunicazioni, dove è leader indiscusso. Qualcosa di veramente assurdo considerato la bontà degli investimenti e dei progressi raggiunti.

A questo punto non ci resta che attendere, soprattutto dopo i primi investimenti che l’azienda cinese intende fare per migliorare ulteriormente il suo know how e le sue competenze in tutto quello che riguarda la sicurezza informatica.