Da pochi giorni, sono arrivate alcune segnalazioni, relative a un trojan per Android, che ha colpito alcuni consumatori;dobbiamo ringraziare i ricercatori di ESET (la casa produttrice di software), perché hanno scoperto, un trojan inserito nell’applicazione Paypal, rubando tutti i soldi al consumatore.

Un Trojan non è altro che un termine che indica un tipo di malware; il virus, si inserisce all’interno dell’applicazione ufficiale di Paypal e in pochi secondi, svuota l’intero ammontare del credito sul conto Paypal.

Come funziona il virus

Il malware si presenta come un innocua applicazione che occorre, per ottimizzare la batteria dello smartphone, ma, una volta aperta si chiude immediatamente; il consumatore, potrebbe pensare che, l’applicazione sia difettosa, ma, in realtà è il virus che invade il vostro smartphone. Inoltre, la finta applicazione, nasconde la sua icona, come se si fosse disistallata da sola; i consumatori inesperti, saranno costretti ad avere un occhi di riguardo in più, così da non subire nessun furto.

Il consumatore, una volta che non vede più l’icona, sarà convinto che l’applicazione si sia eliminata da sola, invece non è affatto cosi; in realtà, il trojan è ancora in esecuzione, cercando sul telefono, l’applicazione ufficiale di Paypal e una volta trovata, il consumatore, si ritroverà sul display una schermata. La schermata di cui stiamo parlando, in realtà, è un alert che chiede al consumatore, di aprire l’applicazione di Paypal; una volta aperta l’app ufficiale, viene inviato un altro messaggio al consumatore, ovvero di “abilitare le statistiche“. Una volta che l’utente, accetta la richiesta, da la possibilità al trojen, di operare nell’applicazione di Paypal e l’utente ormai, non può fare nulla per interrompere l’operazione.

Leggi anche:  Smartphone che emettono radiazioni: ecco i modelli pericolosi da evitare

La truffa avviene più volte

La truffa avviene in meno 5 secondi e funziona anche se, il cliente, ha attivo la protezione a due fattori, poiché il malware prende il controllo dopo che l’utente ha effettuato l’accesso; una volta che, il virus, ha svuotato il conto corrente, potrebbe effettuare nuovamente la rapina, ogni volta che, il cliente, apre l’applicazione Paypal.

Come proteggersi

E’ consigliabile, non scarica applicazioni da MarketPlace, poiché l’applicazione consente a terze parti di inserire delle applicazione che possono essere scaricate da qualunque consumatore; quindi, l’utente, per evitare di scaricare malware, ha un solo modo per scaricare applicazioni: tramite Google Play Store. Inoltre, prima di scaricare un applicazione, è consigliabile di leggere i commenti e le recensione di altri utenti, che garantiscono l’efficienza dell’app.