come spiare Whatsapp

Chi ha vissuto durante i fantastici anni Duemila, sicuramente si ricorderà i pomeriggi trascorsi con un cellulare (magari un Nokia 3310) e con il famosissimo #31#. Questa combinazione di numeri era un must nello scorso decennio, nel momento in cui WhatsApp era ancora un qualcosa di embrionale. Bastavano quattro semplici tasti per dar vita a chiamate anonime indirizzate ad amici, parenti o conoscenti. Dal #31# sono nati scherzi epici, alcuni dei quali ancora presenti sul web.

Nonostante il sistema dell’anonimo sia ancora vivo e vegeto, il suo uso è diminuito nel corso degli anni. L’avvento di WhatsApp e la relativa l’introduzione delle telefonate via web, ha tolto un po’ il gusto e l’efficacia delle chiamate anonime.

 

WhatsApp, il trucco per inviare messaggi anonimi in chat

Allo stato attuale sulla chat di messaggistica non è disponibile una modalità anonima. Da quanto ne sappiamo gli sviluppatori non contemplano tale feature né nel presente né nel futuro.

Leggi anche:  WhatsApp arriva sugli iPad ma non sarà disponibile su questi iPhone

I nostalgici che vogliono usare WhatsApp senza mostrare la loro identità devono quindi affidarsi ad una software esterno. Oggi vi presentiamo “Text+”, una piattaforma in download a costo zero su Google Play. Grazie all’aiuto di Text+ gli utenti potranno creare dal nulla numeri fasulli attraverso cui sarà possibile costruire secondi finti profili WhatsApp.

Text+ accompagna mano a mano il suo utilizzatore nelle fasi di accreditamento i la chat. Quando sarà stato creato il secondo profilo con un numero non esistente, il dato sarà lanciato: potremo comunicare con amici e parenti senza adoperare l’account principale.