app Android iOS furto dati hacker

Oggi, dobbiamo prestare, maggiore attenzione alle truffe online perché un gran numero di consumatori, possiede un conto corrente con un Istituto di Credito; le truffe online colpiscono, soprattutto gli utenti che, hanno aperto un conto in banca e recentemente, hanno fatto notizia, molte segnalazioni.

Le segnalazioni, sono state per lo più, inviate da clienti con un conto corrente BNL, San Paolo e Unicredit; molti utenti, si sono ritrovati con il conto corrente svuotato, attraverso diverse truffe.

La truffa più conosciuta

La truffa utilizzata maggiormente dall’hacker, è molto semplice: l’utente, riceve via posta elettronica, una fattura da pagare per aver utilizzato un reale servizio; la fattura, contiene, il numero di iban del professionista che deve essere saldato, ed è a quel punto che l’hacker attacca: grazie a delle attrezzature adeguate, il truffatore, può rilevare l’email, contenenti fatture da pagare e modificare il vero iban con uno falso.

L’utente, ignaro di tutto, saldando il servizio ricevuto, addebita tutto l’ammontare, direttamente al truffatore; la polizia postale, ha già iniziato con le indagini e ha allarmato tutti gli utenti, di fare maggiore attenzione.

Leggi anche:  Postepay: conti correnti svuotati dalle truffe via SMS e WhatsApp

Un altro tipo di truffa

Un’altra truffa, utilizzata dall’hacker, sono l’email di phishing, si tratta di false email, sotto il nome del proprio Istituto di Credito; i messaggi, contengono informazioni o promozioni relative alla banca e un link che indirizza il cliente ad accedere all’Home Banking. Inserendo le credenziali personali, tramite il link nel falso messaggio, l’hacker riesce a recuperare i dati personali e svuotare tutto il conto corrente.

E’ importante, avere sempre, un occhio di riguardo in più, soprattutto nella ricezione delle email; inoltre, è bene sapere che, ogni Istituto di Credito, non invia dell’email che contengono link per, indirizzare direttamente il cliente, all’accesso dell’Home Banking.