Bixby è l’assistente vocale virtuale di Samsung basato su AI; esso ha avuto un sacco di limitazioni in termini di supporto linguistico in quanto è disponibile solo in coreano, cinese e inglese. A quanto pare, però, l’assistente della società sudcoreana si prepara ad accogliere nuove lingue. Ciò permetterà a Samsung di espandere l’utilizzo da parte degli utenti.

Infatti Bixby ora supporta il francese, il tedesco, l’italiano, lo spagnolo e l’inglese britannico. Purtroppo, solo gli utenti di Galaxy Note 9 potranno accedere a questa versione beta. Dunque, gli utenti saranno in grado di provare queste nuove lingue su Bixby solo se possiedono Galaxy Note 9 e sono iscritti nel programma beta per Android 9.0 Pie.

Bixby vuole tenere testa ad Alexa e Google Assistant

Una volta scaricata l’ultima versione beta del software basterà andare nelle impostazioni di Bixby per vedere tutte le altre nuove lingue ora disponibili. All’utente basterà scegliere quello desiderato – o quello che intende provare –  per iniziare ad utilizzare Bixby in quella lingua.

Leggi anche:  Samsung, arrivano le prime informazioni sul Galaxy S11

I principali concorrenti di Bixby, Alexa e Google Assistant, mostrano anche loro un supporto ai linguaggi limitato. Alexa “parla” solo inglese, tedesco e giapponese. L’assistente di Google, invece, è un po ‘più flessibile e “parla” inglese, francese, tedesco, hindi, italiano, giapponese, coreano, portoghese (Brasile) e spagnolo.

Il potenziale dell’assistente vocale di Samsung risiede nel suo stretto contatto con lo smartphone. Esso è la sua fonte principale, a differenza di Alexa che lavora con i suoi altoparlanti intelligenti Echo o Google Home per Google Assistant. Secondo gli utenti, però, Bixby ha ancora molto da offrire e sono necessari molti miglioramenti per essere in grado di competere con gli altri. Aggiungere nuove lingue è, di sicuro, un buon passo.