Truffe online

Le truffe online sono sempre più frequenti. Sono settimane molto forti, a causa delle truffe online, tramite il finto e modificato iban; le vittime colpite, sono state per lo più, i clienti di Unicredit, SanPaolo, BNL e Poste.

La truffa online più comune

La tecnica usata dal truffatore (hacker) è molto semplice: la vittima riceve la fattura da pagare, per i reali servizi ricevuti, ma, nella fattura viene modificato, dall’hacker, il vero iban del professionista e sostituito con un falso iban; con questo sistema, il truffatore, riceve tutto l’ammontare del pagamento.

La tecnica, utilizzata dal truffatore, avviene grazie all’intercettazione dei messaggi, tramite determinate attrezzature; l’hacker riesce, ad intercettare i messaggi contenenti fatture e pagamenti da effettuare, così da modificare l’iban con quello falso. I consumatori truffati, fanno parte degli Istituti di Credito di Unicredit, BNL e SanPaolo e la polizia postale è già intervenuta, allarmando tutti gli utenti.

Un’altra famosa truffa

Un’altra truffa online, esistente già da molti anni, sono l’email di phishing: sono messaggi di posta elettronica che hanno, come mittente il nome dell’Istituto di Credito, ma, in realtà è opera dell’hacker; nell’email, ci sono messaggi relativi alla banca, e un link che indirizza, il consumatore, all’Home Banking per accedere con le credenziali, per poi rubarle.

Leggi anche:  Truffe Online: tentativi di frode in arrivo, occhio agli annunci inaffidabili

Un’altra truffa, avviene, tramite SMS: la procedura è simile perché, i truffatori, inviano degli SMS con mittente l’Istituto di Credito, ma, concretamente è solo opera dell’hacker; i messaggi, contengono, notizie che indicano un nuovo servizio di homebaking e per attivarlo o disattivarlo, bisogna effettuare l’accesso. Anche nell’SMS, viene inserito, un link creato appositamente dal truffatore, per rubare le credenziali.

Come evitare le truffe

Innanzitutto, gli Istituti di Credito, non mandano mai dell’email o SMS, dove richiedono di inserire i codici di adesione e password; inoltre, è opportuno procurarsi un anti-spam, così da non ricevere messaggi di truffa online. Avere un occhio di riguardo in più, non fa mai male, così da evitare di essere le prossime vittime degli hacker.