Amazon

Sono passati già 24 anni da quando Jeff Bezos ha avuto l’idea di creare il marketplace che è oggi Amazon. Dopo anni passati a rivoluzionare il commercio globale con un negozio virtuale, arriva un nuovo progetto.

Dopo le accuse che le sono state recapitate nella giornata di ieri, oggi vogliamo sorridere, e parlarvi quindi del nuovo progetto che il colosso di Seattle ha in mente.

 

Amazon raccoglie i dati di tutti gli utenti

Il progetto in questione porta il nome “one vendor“, in poche parole la piattaforma vorrebbe creare un unico negozio online, spingendo sempre più le aziende terze, che oggi vendono i propri prodotti sulla piattaforma, a diventare solamente dei grossisti. L’azienda ha quindi intenzione di essere l’unica a vendere i prodotti sulla propria piattaforma attraverso Amazon Retail. In questo modo avrebbe prima di tutto un controllo più efficacie sui prezzi e renderebbe la piattaforma ancora più competitiva.

Leggi anche:  Amazon: Alexa implementa tecniche di auto-apprendimento per capire meglio gli utenti

Le informazioni sono state rivelate da Recode, una rivista americana online, che ha dedicato un lungo articolo alla vicenda. Alcuni grandi marchi, se il progetto dovesse andare in porto, saranno costretti ad abbandonare la piattaforma e vendere quindi altrove. L’azienda di Jeff Bezos, interpellata dal Corriere ha smentito la notizia, dicendo di non voler cambiare un’altra volta per diventare l’unica interfaccia con i consumatori finali.

Ecco le parole di un portavoce: “Non c’è nessun programma One Vendor, né negli Stati Uniti né in Europa“. Hanno però aggiungo che stanno ottimizzando e standardizzando gli strumenti di vendita per i seller, in modo da creare più efficienza. Al momento quindi non ci resta che attendere maggiori informazioni sulla questione, sperando di averne presto.