aston-martin

Anche Aston Martin si aggiunge alla crescente lista di aziende che sta spingono verso un futuro elettrico. La casa automobilistica britannica ha annunciato questa settimana che sta avviando un programma “Heritage EV” in cui i proprietari delle classiche Aston Martin potranno convertire le auto a benzina in elettriche.

La società sta avviando questo programma per una ragione molto specifica. Le città di tutto il mondo, ma soprattutto in Europa, hanno iniziato a evitare i motori a combustione interna a favore dell’aumento della qualità dell’aria per i residenti. Se questo modello continua, solleva la domanda: a che serve un’auto classica se non la puoi guidare da nessuna parte?

Aston Martin afferma che la tecnologia per queste conversioni sarà costruita su “componenti chiave” utilizzati per sviluppare la Rapide E, un’auto sportiva completamente elettrica, prevista per la fine dell’anno prossimo. La Rapide E utilizzerà una batteria da 800-volt, offrendo “oltre 200 miglia” di autonomia, e dispone di un accellerazione che va da 0-60 mph in 4 secondi, oltre a una velocità massima di 155 miglia all’ora. Ne verranno venduti solo 155 modelli.

 

Purtroppo ci sono pochi modelli a disposizione

La casa automobilistica dice che la prima vettura che svilupperà un piano di conversione è il 1970 DB6 MkII. Aston Martin costruirà le “cassette” di ispirazione E di Rapide che possono essenzialmente scorrere all’interno del motore e nel iduttore originale, e che saranno anche montate sugli stessi supporti. Un nuovo schermo sarà montato all’interno della vettura, ma per il resto, poco è cambiato.

Dato il significato storico di queste vetture da collezione, è vitale che qualsiasi conversione EV sia in sintonia con l’integrità della vettura originale“, ha scritto la società in un comunicato stampa questa settimana. “Il sistema a cassette offre la soluzione perfetta, offrendo ai proprietari la sicurezza di sapere che la loro auto è a prova di futuro, ma è comunque un’autentica Aston Martin con la possibilità di ripristinare il suo powertrain originale, se lo si desidera.

Le conversioni EV sono in circolazione da un po di tempo e sia i clienti che le aziende sembrano particolarmente concentrati su vetture classiche come Porsche, Range Rover e Maggiolini. Anche Jaguar ha recentemente annunciato l’intenzione di vendere una versione completamente elettrica del famoso E-Type degli anni ’60.