In seguito alla fusione ufficialmente avvenuta lo scorso 31 Dicembre 2016, la quale ha unito le due importanti società operanti nel settore delle telecomunicazioni in un’unica grande azienda, Tre Italia è entrata a far parte di Wind Tre S.p.A, quest’ultima formatasi a partire dall’unione di 3 con Wind.

Una fusione che ha permesso la nascita di Iliad Italia, da poco approdato sul nostro territorio ma che ha già fatto tremare il mondo degli operatori telefonici per le offerte a basso prezzo che continuano ogni giorno a conquistare nuovi clienti. Tuttavia, nonostante la fusione, entrambi gli operatori telefonici continuano ad essere attivi ed ad operare indipendentemente gli uni dagli altri, proponendo ognuno le proprie soluzioni ed i propri pacchetti.

Oggi, a Wind Tre è stato riconosciuto il merito d’essere non solo il primo operatore di telefonia mobile operante sul territorio italiano, avendo di fatto conquistato oltre il 30% del mercato, ma anche il secondo operatore di telefonia fissa dopo TIM. Ma cosa ne sarà dei punti vendita Tre e Wind in seguito all’avvenuta fusione?

Wind Tre: la situazione dei negozi in Italia

La parola d’ordine di questa unione è sinergia, dove con tale definizione s’intende l’effettiva collaborazione tra due o più elementi al fine di raggiungere uno stesso obiettivo. Eppure, non si può davvero cooperare nel raggiungimento dello scopo prefissato se entrambi i marchi continuano a vivere in due realtà fisiche separate, dichiarandosi di fatto concorrenza.

Leggi anche:  Tim, Vodafone, Wind 3 e Iliad: i clienti infuriati e stanchi per i continui disservizi

Per poter realmente parlare di sinergia ed operare in modo sinergico, è necessario che alla fusione, per così dire, su carta delle due società coincida anche una fusione fisica, unendo dunque Wind e Tre in un unico negozio.

Ed è questa la direzione verso la quale l’azienda sta viaggiando negli ultimi tempi, registrando la chiusura dei primi negozi Tre e Wind – una realtà sicuramente non rassicurante per tutte quelle persone che sino a questo momento hanno lavorato presso i punti vendita degli operatori in questione, e che presto probabilmente si ritroveranno senza un’occupazione. Wind e Tre si uniranno, dunque, in un unico negozio in cui comunque verranno mantenuti due desk separati, uno destinato all’operatore Wind, l’altro all’operatore Tre.