Tumblr, niente più contenuti espliciti

Tumblr, il sito di microblogging e social media di proprietà di Verathon Oath, ha annunciato oggi che non consentirà più la pubblicazione di alcun contenuto per adulti sia sul sito che tramite app. Il divieto partirà a tutti gli effetti dal 17 dicembre, esattamente tra due settimane.

Gli utenti che vedranno contenuti per adulti pubblicati, potranno segnalarli come contenuti non idonei toccando l’icona di condivisione dell’aereo di carta nella parte inferiore dello schermo e facendo click su “Segnala”. Sul proprio blog, Tumblr ha spiegato che tutte le immagini, le GIF e i video che mostrano genitali o capezzoli femminili verranno banditi.

 

Tumblr cambia le carte in tavola: niente più contenuti per adulti

Tuttavia, ci sono delle eccezioni alle nuove regole di Tumblr. Ad esempio, le immagini di capezzoli femminili sono consentite in tutti quei post riguardanti l’allattamento al seno, il parto, il post-parto e altri contesti relativi alla salute. La nudità legata al discorso politico o giornalistico e la nudità dell’arte sono cose che possono essere pubblicate.

Leggi anche:  Tumblr rimossa dall'App Store per violazione dei termini sulla pornografia

Se sei un membro di Tumblr con alcuni post che sono stati segnalati, tutti questi contenuti per adulti verranno spostati in una pagina che solo il proprietario potrà visualizzare. In ogni caso, sia tramite browser web che dalla più recente versione dell’applicazione, è possibile toccare un pulsante su qualsiasi immagine bloccata per fare appello.

Inoltre, se un utente ha un blog contrassegnato come “esplicativo” prima del 17 dicembre, Tumblr adotterà le misure appropriate sul contenuto per adulti, ma consentirà all’utente di pubblicare contenuti accettati. Il social restituirà gli avatar e le intestazioni di questi blog alle impostazioni predefinite.

Gli utenti possono cercare nelle loro impostazioni di visibilità per scoprire se il loro blog è stato etichettato come “esplicito”. Tutta questa sensibilità verso contenuti che fino a qualche giorno fa venivano accettati liberamente potrebbe dipendere dal fatto che Apple ha rimosso dall’App Store l’app Tumblr per iOS perché rilevata pornografica.