giga

Lo streaming è diventato parte integrante della vita di ogni individuo. Che esso sia calcistico, sportivo in generale, di video o film è indifferente: oramai tutti utilizzano questi servizi che offrono tale passatempo e non si può farne a meno!

Da Youtube a Netflix, da DAZN a Infinity: un mondo online

Col passare degli anni si è passato dallo streaming illegale a dei servizi che invece lo hanno reso legittimo seppure a pagamento. Netflix, Infinity, Now TV: sono solo alcuni nomi che spiccano tra la categoria dell’intrattenimento, ma passando ad altre spuntano anche Youtube, Spotify e DAZN, solo per citarne. Questi servizi sono accessibili da ogni tipo di devices con una connessione internet: smart tv, smartphone, pc o console. Non esiste più un vero e proprio limite se non quello dettato dalle connessioni mobili.

Proprio citando queste ultime ci si può porre un’interessante domanda: è forse questo il motivo che ha spinto operatori come Wind, Tre, Vodafone, TIM e Iliad  ad offrire sempre più giga? Come noto i servizi di streaming succhiano molti dati mobili, forse l’incessante domanda dell’utenza ha fatto aprire gli occhi a questi gestori… aggiungendo a questo anche le partnership che gli stessi hanno accordato con i fornitori.

Leggi anche:  Netflix Gratis: i contenuti in arrivo a dicembre 2018 e come non pagarlo

Sono solo dei punti di domanda che però potrebbero essere plausibili. Ovviamente l’innalzamento delle soglie è stato spinto anche dalla nascita di nuovi operatori sia virtuali che nazionali, per non parlare del 5G. Nonostante tutto, potrebbe essere dipeso anche dall’evoluzione nell’uso dei dati stessi.

Applicazioni di streaming: quanto consumano?

Le applicazioni di streaming sono tra le più rinomate in termini di consumo dei dati. Come ci si può immaginare, riprodurre video, musica o film veri e propri richiede un gran passaggio di dati e proprio per questo motivo si potrebbe rischiare di finirli subito. Secondo alcuni degli ultimi dati studiati, Netflix è tra le più dispendiose, ma insieme a lei anche altre.

Al fine di tutelare la propria offerta e di non terminare in modo repentino i propri giga, vi consigliamo di attivare l’opzione “risparmio dati” qualora l’applicazione lo consenta.