Nuove rimodulazioni e aumenti_ fate attenzione Tim, Wind, Tre, Vodafone

Sino alle ultime battute questo 2018 ha riservato solo brutte notizie per tutti gli utenti di telefonia. Oramai una larga parte di pubblico ha fatto il callo alle brutte notizie con la presenza di stangata sui prezzi sempre in agguato. Il mese di novembre trascorso da poche ore non ha fatto eccezione: per alcuni clienti TIM, Vodafone e Wind i costi sono aumentati ancora una volta

 

TIM, Vodafone e Wind: entro Capodanno ci dovranno essere i rimborsi

Per fortuna però il Natale in arrivo potrebbe smuovere leggermente le acque. Come vi stiamo annunciando da giorni, in serbo ci sono novità piacevoli. Tutti gli abbonati che da due anni a questa parte hanno segnalato pratiche irregolari da parte dei provider per le politiche tariffare ora possono gioire.

Una delibera del 2 Novembre emessa dal TAR del Lazio ha respinto il ricorso di Vodafone contro il provvedimento dell’AGCOM. L’ente che tutela i consumatori ha chiesto ufficialmente rimborsi per gli utenti dopo le discusse bollette a 28 giorni.

Leggi anche:  5G: Italia leader in Europa nello sviluppo grazie a TIM, Wind, Tre e Vodafone

Con la sentenza, il TAR del Lazio ha difatti obbligato TIM, Vodafone e Wind 3 a restituire le cifre indebitamente acquiste durante il biennio 2016/2017 con le fatture ogni quattro settimane.

Stante le cose i risarcimenti dovrebbero essere elargiti proprio in questo mese di dicembre. Per non rischiare ulteriori multe, i gestori sono chiamati ad una risposta entro il 31 Dicembre.

C’è un però da sottolineare. Dalle ultime indiscrezioni risulta che TIM, Vodafone e Wind abbiano tutte le intenzioni di ricorrere ancora una volta a tale provvedimenti.