Bitcoin, ed altre criptovalute più piccole come XRP ed Ethereum, hanno avuto un terribile novembre con oltre $ 70 miliardi down del valore di mercato, secondo quanto riferito dalla CNBC venerdì.

Bitcoin ha chiuso a quota $ 3,878, ben al di sotto dei $ 6,000 che i sostenitori avevano predetto. Questo è l’80 percento più basso del suo massimo di dicembre di $ 19783. Il CEO di Genesis Global Trading, Michael Moro, ha dichiarato che non è chiaro se al momento il prezzo si fermerà o se scenderà nuovamente.

Non solo Bitcoin, ma anche altre criptovalute stanno avendo un brutto periodo

Come ha osservato Bloomberg all’inizio di questo mese, sembra che molti miner di bitcoin in tutto il mondo abbiano gettato la spugna nel mese di novembre. Secondo alcuni strateghi, i prezzi al momento sono diminuiti fino a far diventare il settore addirittura poco redditizio.

Il tasso di hash della rete Bitcoin, un modo per misurare la potenza di calcolo per l’estrazione della valuta digitale, è sceso del circa 24% , secondo Blockchain.com. Mentre il declino potrebbe essere, in parte, dovuto al passaggio dei miner ad altre criptovalute, JPMorgan Chase & Co. afferma che alcune persone nel settore stanno perdendo molto denaro dopo che il prezzo di Bitcoin è crollato.

Leggi anche:  Black Friday 2018, comprare e vendere bitcoin costa la metà il 23 novembre

I minerBitcoin utilizzano un hardware dedicato per confermare le transazioni sulla rete, guadagnando nuovi bitcoin come ricompensa nel processo. Anche se il valore della criptovaluta è diminuita nel 2018, i miner hanno continuato a estrarre bitcoin almeno fino ad agosto.

Come notato dalla CNBC, restano alcuni buoni segnali per le cryptovalute. La Securities and Exchange Commission cerca sempre di più di sradicare truffatori e truffe, mentre Intercontinental Exchange, Nasdaq e VanEck hanno in programma di lanciare i bitcoin futures nei prossimi mesi. Nel frattempo, lo stato dell’Ohio ha recentemente istituito un sistema per consentire alle imprese di pagare le tasse con criptovaluta.