Steam ha annunciato un nuovo accordo per il suo mercato dei videogiochi online nella serata di venerdì sera. Esso riguarda la distribuzione che offre agli sviluppatori più denaro con l’aumentare del numero di unità vendute. Normalmente, Valve prende circa il 30% di tutte le vendite di giochi su Steam, con alcune eccezioni per i giochi per gli sviluppatori più piccoli nel suo programma Steam Direct. Per tutte le vendite tra $ 10 milioni e $ 50 milioni, la suddivisione va al 25 %. E per ogni vendita dopo gli iniziali $ 50 milioni, Steam subirà un taglio del 20%.

Steam è diventata la piattaforma dominante per i giochi per PC nell’ultimo decennio. La piattaforma di Valve è diventata la principale piattaforma per i giocatori PC per comprare ed eseguire i giochi tutto da un singolo software. Nel 2017, Valve ha raccolto solo $ 4,3 miliardi di ricavi Steam, senza contare la microtransazione e il contenuto scaricabile, secondo l’analista di giochi Steam Spy.

Valve aggiorna anche la clausola di riservatezza per gli sviluppatori

Nel corso degli anni, i grandi sviluppatori di giochi e gli editori hanno dato vita alle loro piattaforme. Questo gli permette di controllare, direttamente, alcuni aspetti delle loro attività (restrizioni di copyright, rimborsi e aggiornamenti di gioco). Blizzard, EA, Epic e Ubisoft ora gestiscono le proprie piattaforme e Valve ha visto l’influenza verso Steam cominciare a calare.

Leggi anche:  Lenovo Legion Game Store vuole sfidare il dominio di Steam

Inoltre, Valve ha avuto parecchi problemi nel rilasciare contenuti violenti, odiosi e altri discutibili sulla sua piattaforma. Infatti un certo numero di distributori di giochi più piccoli, come Itchio, sono diventati alternative popolari. Inoltre, Discord ha recentemente lanciato il proprio concorrente di Steam, ponendo l’ennesima minaccia esistenziale al dominio del mercato di Valve.

Sebbene Steam rimanga il più grande mercato di giochi per PC, con oltre 150 milioni di utenti registrati, la società riconosce chiaramente che non può rimanere con le mani in mano. Valve ha iniziato a prendere in prestito alcune caratteristiche sociali di Discord, e prevede di lanciare il suo negozio in Cina, il più grande mercato di gioco del mondo, a breve. Ma cambiare la suddivisione delle entrate di Steam in favore di sviluppatori più generosi è certamente una strategia molto efficace per mantenere gli sviluppatori felici e attenti.