Nasa e SpaceX stanno per lanciare un missile che potrebbe segnare il futuro dei voli nello spazio. Le due organizzazioni si uniranno per far esplodere la navicella Crew Dragon, sulla cima di un razzo Falcon 9, come parte di un test importante.

Insieme, i due potrebbero rappresentare il futuro delle missioni che trasportano astronauti americani. Se il test avrà successo, segnerà un momento importante, significativo e simbolo di una tappa storica evolutiva. Per anni, gli Stati Uniti non sono stati in grado di lanciare i propri astronauti verso la stazione spaziale o da qualsiasi altra parte – invece si affidano alla Russia che lo fa per loro. Hanno atteso e sperato di trovare soluzioni concrete e fattibili.

La Nasa e SpaceX collaboreranno per cambiare la storia dei lanci nello spazio

Questo lancio storico avverrà il 7 gennaio 2019, stando alle dichiarazioni della Nasa. E sarà il primo volo di prova senza equipaggio del Programma di equipaggio commerciale. Inoltre, fornirà dati sulle prestazioni del razzo Falcon 9. Oltre che del veicolo spaziale Crew Dragon e dei sistemi di terra, nonché sulle operazioni di orbita, attracco e atterraggio.

Leggi anche:  NASA: secondo gli scienziati è stato scoperto un asteroide che possedeva acqua

“Il test di volo fornirà anche dati preziosi per la NASA che certifica il sistema di trasporto dell’equipaggio di SpaceX per trasportare gli astronauti da e verso la stazione spaziale.” Nessun astronauta è stato lanciato nello spazio dal 2011, quando il programma Space Shuttle non c’era. Da allora, tutti i lanci sono avvenuti al Cosmodromo di Baikonur, gestito dalla Russia, una situazione che a volte ha causato problemi, come i timori che nessuna missione sarebbe stata in grado di aver successo dopo un grosso problema con un recente viaggio alla Stazione Spaziale Internazionale.