Netflix: Mexico

Netflix è tornata all’attacco con un’altra serie tv di successo: Narcos (Mexico). Il sequel della prima serie (Narcos) si pone come obiettivo quello di mettere in risalto i traffici commerciali illegali di droga di ieri e di oggi. La nuova serie, che ha come protagonista principale Michael Peña, è già un successo e l’entusiasmo per l’ultima trovata di marketing dell’azienda americana ne è la prova.

La “trovata” è stata pubblicizzata tramite i canali social (Facebook) ed ha riscontrato un notevole successo. Intanto, le città italiane si riempiono di cartelloni pubblicitari, volti a diffondere la notizia dell’arrivo dell’ennesima serie capolavoro.

Netflix Mexico: con “Cocaine Routers” scopriamo le vie della droga fino a casa nostra

Che Netflix sia molta attenta alle emozioni dei propri utenti è cosa nota, ma ogni volta sorprende la sua voglia di attrarre lo spettatore. In occasione del lancio mondiale di Narcos (Mexico), il colosso statunitense ha messo online un nuovo sito internet (Cocaine Routes) dalla grafica coinvolgente e dai contenuti importanti.

Leggi anche:  Netflix: ecco i trucchi per attivare il servizio gratis e risparmiare qualche Euro

Cocaine Routes, infatti, ha lo scopo di evidenziare il percorso, o meglio le mille “strade”, che la “bamba”, ossia la cocaina, può intraprendere per giungere al consumatore finale. Dopo una breve “intro” video, sarà possibile inserire la città di destinazione del carico (ad esempio, Milano) e scoprire la strada prediletta dai narcotrafficanti internazionali di Guadalajara.

Come già accennato, il contenuto proposto è estremamente coinvolgente e pone l’attenzione sulle migliaia di chilometri necessarie alla droga per giungere fino a destinazione. Per raggiungere Milano ci vogliono ben 16.148 chilometri, intrisi di sangue e violenza.

Avete già dato un’occhiata al nuovo capolavoro di Netflix? Cosa ne pensate? Sì, siamo tutti nostalgici nel vero primo Narcos, ma c’è da ammettere che anche il sequel non è affatto male!

Package delivered.