La rete 5G, cioè la rete di quinta generazione, è continuamente in sviluppo e la sua entrata non ha ancora una data esatta. Le novità sono tante, proprio per questo, ci teniamo continuamente aggiornati. Vogliamo, infatti, parlavi di una fresca notizia: DVB T2.

Il DVB T2 è il nuovo standar per il nostro digitale terrestre e si caratterizza, per la presenza di un nuovo sistema; garantisce canali in alta definizione e si basa su scelte d’implementazione. Purtroppo, con l’approvazione di questo sistema, saremo obbligati a sostituire il nostro televisore o decoder.

Il 5G sviluppa DVB T2

La nuova rete 5G, ha sviluppato questo nuovo sistema, il DVB T2, ma renderà tutti i televisori e decoder, che non saranno in grado di ricevere il segnale, obsoleti. I consumatori, che hanno acquistato, recentemente un televisore, possono stare tranquilli perché tutti i televisori, usciti recentemente, supportano il nuovo canale DVB T2. Il problema, arriva, ai consumatori che hanno un “vecchio” televisore o decoder, che supportano segnali sui 700 Mhz; per chi possiede uno di questi, sarà costretto a sostituirli.

Leggi anche:  Tariffe 5G: potrebbero essere low cost per TIM, Wind, Tre, Vodafone e Iliad

Le modifiche, verranno iniziate, a partire dal 1 Gennaio 2019 e si dovrebbero concludere il 30 Giugno 2022 con il cambio totale delle infrastrutture. I consumatori, prima di prendere provvedimenti, possono verificare, se il loro televisore o decoder può supportare la nuova rete 5G. Basterà accendere il televisore con il segnale DVB T2 e scorrere fra i canali; se il televisore, visualizza i canali network HD di RAI e Mediaset senza problemi, allora il consumatore, può stare tranquillo perché visualizzerà ogni canale futuro, senza dover prendere provvedimenti.