Unicredit SanPaolo

In questa occasione annuale e speciale le truffe sono aumentate a dismisura. “Black Friday? Che occasione!”. Piacerebbe a tutti poterla pensare così, ma proprio per via di queste famigerate occasioni qualche volta si finisce col rimanere fregati. Ricordate: non solo voi clienti siete in procinto di trovare un buon affare!

L’attività dei cybercriminali aumenta a dismisura: trojan bancari in agguato

Secondo gli esperti della cybersecurity di Kaspersky Lab, l’attività dei criminali è cresciuta a dismisura: si è passato dai 6,6 milioni del 2015 a ben 12,3 milioni del 2018. Al momento, proprio in occasione del Black Friday, la presenza dei malware è aumentata e si è concentrata su circa 67 siti di e-commerce. Tra questi malware troviamo soprattutto trojan bancari anche noti, come ad esempio: Betabot, Zeus, IcedID, SpyEye, TinyNuke, Panda, Gozi, Chthonic o Gootkit2.

Leggi anche:  Unicredit, BNL, Intesa Sanpaolo e Postepay: occhio alle truffe telefoniche

A cosa bisogna stare attenti? Durante questo genere di saldi è solito ricevere pop up pubblicitari con sconti esclusivi o strani messaggi che vogliono regalare gift card. Ricordate sempre che nessuno regala soldi per farvi un piacere… ammesso e concesso che non si stia parlando della nonna o del nonno!

Questo genere di annuncio deve essere sempre evitato, così come i link in allegato che sono solo mezzi per diffondere virus. Una volta che un virus del genere si intrufola nello smartphone è capace di rubare ogni tipo di informazione… anche dati sensibili dalle home banking di Unicredit, BNL e Intesa SanPaolo.

Vi invitiamo, come sempre, a bloccare eventuali messaggi di spam e di segnalarli su qualunque piattaforma vi troviate: Facebook, Whatsapp o email.