Samsung Galaxy M2, il primo con il notch

Samsung produce tantissimi smartphone, abbastanza per coprire diverse fasce di mercato e quindi di prezzo. Ci sono le serie Galaxy S e Galaxy Note di punta, la serie Galaxy A di fascia media e la linea Galaxy J, C e On più economiche. Un portafoglio che potrebbe presto cambiare con l’introduzione del Samsung Galaxy M2.

Samsung Galaxy M2 potrebbe costituire l’unica offerta economica della società del 2019. Gli smartphone Galaxy J, C e On sono principalmente rivolti a chi vuole spendere poco e in alcuni casi ai soli mercati emergenti. Tuttavia, le differenze tra una serie e l’altra non sono mai state così significative da giustificare l’esistenza di tutte e tre.

 

Samsung Galaxy M2, primo smartphone del gruppo con il notch

Pertanto, l’azienda potrebbe rivedere il tutto offrendo una sola serie con molti meno dispositivi. Un’altra cosa che renderebbe Samsung Galaxy M2 interessante è la possibilità che questo dispositivo sia il primo Samsung con display notch. All’inizio del mese Samsung ha presentato quattro design display con (e senza) tacche.

Pannelli che Samsung dovrebbe iniziare a utilizzare già dal prossimo anno in tutte le sue linee di smartphone. Mentre il cosiddetto Display Infinity-O, che ha un “foro” per la fotocamera, è probabilmente riservato al Samsung Galaxy S10, i pannelli Infinity-V e Infinity-U saranno riservati per fascia media e bassa del mercato.

Leggi anche:  Galaxy S10 primo smartphone blockchain: ma Samsung smentisce

Non sappiamo se Samsung Galaxy M2 utilizzerà uno schermo Infinity-V o Infinity-U ma sicuramente sarà molto interessante. È quello che sostengono i colleghi di PhoneArena aggiungendo che lo schermo avrà 2340 × 1080 pixel di risoluzione e un aspect ratio 19.5:9. Lo smartphone sarebbe conosciuto in quel di Seoul come SM-M205F.

Alcune di queste informazioni provengono da un bechmark come quelle sul SoC: Exynos 7885 supportato da 3 GB di RAM e da 32 GB di memoria interna. Il resto delle caratteristiche comprenderebbe una fotocamera posteriore da 13 MegaPixel e una camera frontale da 8 MegaPixel.

Un mix al quale sicuramente non mancherà un lettore di impronte digitali, un modem di ultima generazione e molto altro ancora. Componenti gestite, al momento del benchmark, da Android 8.1 Oreo ma quando Samsung Galaxy M2 diventerà realtà avrà certamente Android 9 Pie e l’ultima interfaccia utente di Samsung.