Recentemente abbiamo sentito parlare della nuova fusione fra Wind e Tre italia ed al momento il nuovo gestore telefonico tiene duro affrontando piccole difficoltà. Il 30,4 % delle sim italiane ha stampato il brand Wind Tre Italia, ma diversi giornali stanno riportando la notizia di Tim e del suo sorpasso su Wind Tre; non è una notizia falsa, ma c’è da dire che la rimonta del gestore telefonico Tim deve ringraziare le sim machine to machine. Sono quelle Sim inserite in apparecchiature elettroniche come anti furti o contatore della luce, un punto dove Wind Tre deve ancora svilupparsi.

Le SIM di Wind Tre

Purtroppo questa nuova fusione non può stare del tutto tranquilla perché in un trimestre ha perso mezzo milione di Sim; non sono usciti dati dove spiegano il passaggio effettuato da queste Sim che hanno deciso di abbandonare il contratto. AGCOM, non ha voluto rilevare quale nuovo operatore telefonico è stato scelto dai ex clienti Wind Tre.

Leggi anche:  Tim, Vodafone, Wind e Tre non funzionano: clienti amareggiati dai disservizi

Ovviamente siamo tutti al corrente che gli MVNO sono quelli con più clienti al momento; i Mobile Virtual Network Operator (MVNO) è una società che fornisce servizi di telefonia mobile senza possedere alcuna infrastruttura necessaria per fornire tali servizi. Stiamo parlando dei famosissimi operatori telefonici virtuali: Iliad, Kena Mobile, Ho Mobile e Poste Mobile.

Anche Vodafone in perdita

Il gestore telefonico Vodafone ha subito un calo in maniera evidente, anche se meno di Wind; in un periodo dell’anno in cui il gestore virtuale Ho Mobile non esiste, il gestore rosso totalizza meno 300.000 linee. L’unico gestore telefonico che ancora si salva è Tim, grazie alla nascita di Kena Mobile (il gestore virtuale si appoggia alle infrastrutture di Tim) che ha fatto da paracadute alla società di Tim.