google

Nuovi rapporti dicono che Google Pixel 3, uno smartphone che ha venduto sopratutto per le sue features legate al comparto fotografia, soffre di un bug che causa l’arresto anomalo della videocamera se si tenta di avviarlo indirettamente tramite app che richiedono l’accesso alla telecamera. BuzzFeed riporta che questo include tutto, dalle app dei social network come Instagram e Twitter a Google Authenticator. Secondo i rapporti degli utenti, l’avvio della videocamera da queste app causa l’arresto anomalo del dispositivo. Nemmeno la modalità provvisoria ne il ripristino delle impostazioni di fabbrica sono serviti per risolvere il problema.

Alcuni utenti stanno segnalando un semplice messaggio “non è possibile connettersi alla videocamera” mentre si trovano in applicazioni di terze parti. Altri ricevono un avviso di “errore fatale” quando tentano di avviare l’applicazione prima che si blocchi completamente.

 

Leggi anche:  Google Pixel 3 XL Lite: comparsi online i render del nuovo dispositivo

Nemmeno il flashing ha funzionato

Mentre altri hanno addirittura provato il flashing di versioni precedenti di Android 9 Pie, riscontrando problemi anche in questo caso.

Google si sta attualmente rifiutando di fornire dispositivi sostitutivi a chi ne è colpito, dichiarando che la società è al corrente del bug e sta provvedendo a risolvere il problema.

Non è chiaro esattamente cosa abbia causato il bug, ma al momento solo alcuni dispositivi Pixel 3 sembrano essere interessati. La revoca dell’accesso alla videocamera per app di terze parti  impedirà di causare accidentalmente che il bug possa verificarsi. Altrimenti, è possibile riavviare il dispositivo per cercare di riavviare la videocamera, anche se questa non è una soluzione permanente. Si aspettano ulteriori chiarimenti da Google, che non ha comunque rilasciato un comunicato ufficiale sull’accaduto.