Postepay (1)

Da un mese e mezzo (parliamo dello scorso 1 Ottobre) il servizio Postepay ha subito una grande rivoluzione. Come stabilito da Poste Italiane, il servizio che eroga carte di credito ricaricabili ha accolto all’interno della sua famiglia PosteMobile, la piattaforma telefonica del gruppo. Ciò ha dato vita ad una modifica non poco discussa.

 

Postepay, tutte le novità aggiuntive dopo il cambio degli IBAN

Per tutti i proprietari di una carta Evolution è stato modificato il codice IBAN. Attraverso delle comunicazioni a mezzo di posta raccomandata, gli utenti hanno ricevuto nuove credenziali IBAN.

I movimenti sugli IBAN non più validi saranno trasferiti sui codici di recente fattura per il tempo limite di anno. Agli enti che erogano pensioni o stipendi, dovranno essere comunicati necessariamente i nuovi IBAN.

Leggi anche:  PostePay: nuove truffe online, anche WhatsApp, BNL e Unicredit vengono colpiti

Ma non è questo l’unico cambiamento. Con l’ingresso di PosteMobile in Postepay cambia tutta la livrea delle SIM. Nella sostanza delle funzioni telefoniche, invece, non ci sono grandi novità da segnalare:  le norme contrattuali ed i vincoli per privacy e sicurezza non hanno subito ritocchi.

Una nota migliorativa sarà rappresentata dall’app. Gli sviluppatori sono al lavoro per costruire una piattaforma unica e funzionale attraverso cui sarà possibile gestire il proprio conto corrente ed il proprio abbonamento di linea mobile.