nintendo

Il 2016 è stato l’anno del NES Classic, il 2017 ha avuto il classico SNES, e il 2018 ha la PlayStation Classic, quindi un Nintendo 64 Classic non può essere un sogno troppo lontano. In un’intervista rilasciata a Kotaku, il CEO di Nintendo of America, Reggie Fils-Aimé, cita testualmente: “Quello che posso dirvi è che certamente sviluppare una console del genere non è nei nostri obiettivi“.

Siamo stati chiari quando abbiamo realizzato le prime due serie, perchè per noi è stato il modo di rappresentare la conclusione di un ciclo, che si è chiuso con la Wii U.” afferma Fils-Aimé. “Questa è stata la ragione strategica per la quale abbiamo lanciato il sistema NES Classic”.

Il desiderio di voler giocare di nuovo ai grandi classici di metà anni ’90 dovranno aspettare, quindi. La mancanza di un N64 Classic sarebbe davvero più facile da inghiottire se si potrebbe semplicemente giocare a Ocarina of Time su un Switch attraverso l’abbonamento online di Nintendo. Il problema con questo approccio, ovviamente, è che Nintendo è stata molto lenta nel presentare le sue offerte.

Leggi anche:  I futuri giochi dei Pokémon si potrebbero collegare a Pokémon GO

Attualmente gli abbonati al servizio online di Switch hanno accesso a circa 30 versioni originali e ottimizzate dei giochi NES, ma nessun altro sistema è disponibile e Nintendo non vende giochi scaricabili tramite la sua consueta piattaforma Virtual Console. Ma Fils-Aimé suggerisce che più contenuti saranno in arrivo. “Guardando al futuro,” dice, “il nostro servizio di abbonamento, NSO, Nintendo Switch Online sarà il luogo in cui potrai riprodurre i nostri contenuti classici,” aggiungendo “Vedremo cosa succederà dopo“.