Il noto brand appartenente ad Huawei, ovvero Honor, da pochissime settimane ha lanciato sul mercato il suo nuovo gioiellino: Honor Magic 2.

Si tratta di uno smartphone che si trova in commercializzazione in Cina dallo scorso 6 novembre al prezzo base di 480 Euro (versione 6+128GB), passando al costo di 544 Euro (versione 8+128GB), fino ad arrivare al prezzo massimo di 607 Euro (versione 8+256GB).

L’Honor Magic 2 è formato da uno schermo AMOLED Full HD+ da 6,39 pollici con una risoluzione di 1080 x 2340 pixel. Il processore adottato è un SoC HiSilicon Kirin 980, con la presenza di una CPU octa-core a 2,6 GHz e di una GPU ARM Mali-G76 MP10.

Ciò che entusiasma l’acquisto di questo prodotto non è soltanto il comparto fotografico composto da sei fotocamere (3 sensori posteriori e 3 sensori frontali), ma anche una nuova funzione integrata all’interno del device che lo rende uno degli smartphone più interessanti in questo 2018.

 

Nasce Yoyo: l’assistente virtuale di Honor Magic 2

Non tutti sanno che l’Honor Magic 2 consente di tradurre le telefonate in tempo reale, grazie ad un assistente virtuale. Quest’ultimo, prende il nome di Yoyo ed avrà il compito di soddisfare tutti i suoi utenti con la funzione appena citata.

Leggi anche:  Vivo NEX 2: immaginati trapelate mostrano il doppio schermo dello smartphone

Durante la presentazione del nuovo smartphone, c’era stato qualche accenno riguardante la funzione di Yoyo. A tale proposito, venne effettuata una prova con un utente che parlava inglese ed un altro che comunicava in lingua cinese. A fine conversazione, è stato dedotto che c’è ancora qualche dettaglio da migliorare, e per quanto riguarda la traduzione è di buona qualità.

Honor ha ben pensato di lanciare questa novità, in modo da poter rendersi utile per quelle lingue occidenti, le quali risultano essere complesse. Comunque sia, la nuova funzione non è limitata al pubblico cinese (così si pensava), ma è in grado di supportare tante lingue straniere, tra cui l’italiano.